Notizie | Commenti | E-mail / 22:17
                    








Bimbo 4 anni morto in Carnevale Sciacca, Procura apre inchiesta e sequestra carro: manifestazioni sospese per oggi

Scritto da il 22 febbraio 2020, alle 14:29 | archiviato in Agrigento, Cronaca, IN EVIDENZA, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La Procura di Sciacca ha aperto un’inchiesta sulla tragedia del Carnevale di Sciacca dove ha perso la vita un bambino di 4 anni.

Salvatore Sclafani, secondo la prima ricostruzione dei fatti, è morto cadendo da uno dei carri allegorici che sfilavano per le vie della città. La manifestazione è stata annullata.

Il bimbo sarebbe salito sul carro che era fermo e, appena il trattorista si è messo in movimento, sarebbe caduto per terra, sbattendo la testa.

Il piccolo è stato subito portato in ospedale, ma non c’è stato nulla da fare.

Il pubblico ministero Roberta Griffo ha subito aperto un fascicolo di inchiesta per fare piena luce sull’episodio.

In ospedale, a esprimere cordoglio e vicinanza ai familiari, è andato il sindaco Francesca Valenti. “Non ci sono parole – ha detto – è una tragedia immensa”.

Il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle all’Ars esprime in una nota “il proprio cordoglio e la propria vicinanza” alla famiglia del bambino morto in un incidente al Carnevale di Sciacca, in provincia di Agrigento. “Vicinanza anche all’intera comunità cittadina, sconvolta dall’accaduto, ai carristi e a tutti coloro che si erano prodigati per la buona riuscita della manifestazione”, conclude la nota dei deputati regionali M5s.

 

Il rapper Shade nella sua pagina Instagram lancia un messaggio dopo la tragedia della  morte del piccolo Salvatore. Stasera doveva esibirsi sul palco. Di sua spontanea volontà e per la vicinanza alla famiglia nella condivisone del dolore non sarà presente a Sciacca.

Ecco le parole del sindaco, provata da una tragedia immane che ha colpito tutta la città e il territorio. Appare ovvio che per oggi il carnevale è stoppato. Restano operativi i presidi di sicurezza e sanitari.

L’intervista a cura di Giovanni Giaimo. 

Questo il messaggio dell’arcivescovo di Agrigento, cardinale Francesco Montenegro.

In questo momento di incommensurabile dolore, in punta di piedi, voglio offrire la mia vicinanza, il mio affetto e la mia preghiera alla famiglia del piccolo Salvatore.

In circostanze come questa è difficile trovare parole, spiegazioni, risposte ai mille interrogativi che investono violentemente cuore e mente. Di fronte al mistero della morte nessuna parola umana è in grado di dare spiegazioni, nessun pensiero umano è capace di farsi una ragione. E quando a morire è un bambino, un figlio, il mistero si fa ancora  più grande e non possiamo fare altro che silenzio.

La tragedia che ha colto come un fulmine a ciel sereno,  non solo i familiari  del piccolo Salvatore  ma anche tutti noi, rischia di farci precipitare nel baratro della disperazione. In questo girovagare nel buio del dolore, bussiamo al cuore di Dio per cercare consolazione e forza dicendo con fede: “Resta con noi Signore, poiché si fa sera….è notte profonda”

Invochiamo per tutti noi e in particolare per la famiglia del piccolo Salvatore, la pace di Dio, che scenda sul nostro dolore e lo apra alla speranza del giorno nuovo, del giorno senza tramonto.

Vi abbraccio e vi benedico.

Francesco card. Montenegro



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata