Notizie | Commenti | E-mail / 23:04
                    








On Carmelo Pullara : tutta la provincia di Agrigento verrà coperta con posti Covid e di terapia intensiva

Scritto da il 29 marzo 2020, alle 17:37 | archiviato in Agrigento, IN EVIDENZA, Politica, Politica Canicattì. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“Come da me annunciato già da molte settimane basta ripercorrere le diverse dichiarazioni tutta la provincia di Agrigento verrà coperta con posti Covid e di terapia intensiva e ciò in ogni  presidio ospedaliero per assicurare a tutta la cittadinanza della stessa provincia la tutela della salute”.
Ad annunciarlo è il deputato regionale l’On. Carmelo Pullara vice presidente commissione salute all’Ars.
“Con quanto dichiarato ieri alla stampa dal Direttore Generale ff dell’Asp di Agrigento il Dott. Alessandro Mazara -dichiara Pullara-si chiude la querelle relativa ai posti letto di terapia intensiva nella provincia di Agrigento, che aveva animato il dibattito in particolare nella città di Canicattì.
Infatti ,come da me più volte sollecitato e annunciato , in tutti gli ospedali della provincia e’ previsto un’ aumento di ulteriori posti letto .
All’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento alle 8 postazioni di terapia intensiva già in essere se ne  aggiungono altri 2 nelle sale operatorie e 4 camere a pressione negativa. All’ospedale di Sciacca agli 8 posti già in pianta  si aggiungono i posti delle sale operatorie e si arriverà ad implementare di altri 10 posti.
Come dichiarato oggi  dal dott. Mazara entro il 10 Aprile quindi sono previsti 16 posti in più  rispetto agli esistenti.
Altri posti sono previsti anche negli ospedali di Licata (da 1 a 4),Canicattì (da 0 a 2) e Ribera (da 2 a 4/5).
Un grande risultato che e’ stato possibile raggiungere anche grazie al mio impegno e determinazione. Infatti su tutta la provincia vengono individuati posti letto covid e di terapia intensiva utilizzando lo stratagemma che avevo suggerito cioè quello di adibire le sale operatorie in posti letto di terapia intensiva, fra l’altro necessitanti della dotazione di anestesisti già in essere. Certo non è organizzazione da standard ma se siamo in guerra necessità una organizzazione da guerra.
Ricordo altresì -aggiunge Pullara- che i miei interventi per risolvere la questione sono stati molteplici a partire  dal  15 Marzo scorso quando in seguito alle legittime preoccupazioni sulla carenza dei posti letto di terapia intensiva in provincia di Agrigento e in particolare a Canicattì  ho immediatamente contattato la direzione aziendale dell’Asp di Agrigento per avere garanzie e rassicurazioni ed evidenziando quale fosse la distribuzione dei posti covid della terapia intensiva
Ho chiesto altresì di convocare un vertice con i direttori sanitari di presidio,primari di anestesia , i responsabili  di sale operatorie , il commissario Covid di Sciacca/Licata nonché i rappresentanti dell’ordine dei medici  per mettere in campo la strategia  a protezione della nostra gente. Ho voluto aspettare le dichiarazioni ufficiali dell’Asp per tornare ad intervenire.
Successivamente mi sono recato personalmente in tutti i presidi ospedalieri della provincia per constatare personalmente le azioni che possono essere messe in campo.
Ho proposto alla direzione generale dell’Asp di Agrigento ,all’assessorato alla salute e al prefetto l’utilizzo di strutture funzionali e fruibili presenti sul territorio provinciale  per postazioni Covid di isolamento  qualora i posti già creati non dovessero essere sufficienti nel caso di un’impennata di contagiati. Certo va tenuto in considerazione che questa organizzazione e’ la migliore possibile per essere pronti per così dire “non oggi ma ieri”; e’ chiaro che in termini di programmazione occorrerà sedersi attorno ad un tavolo e ragionare ascoltando le voci contrarie che hanno certamente un valore e verificare se le condizioni attuali dovessero ancora prorogarsi su quale possa essere una eventuale nuova strategia per assicurare risposta di salute ai pazienti Covid ed ai pazienti soffrono di altre patologie e tutto ciò in estrema sicurezza per pazienti ed operatori. In definitiva, ad oggi ed in allestimento in provincia circa 200 posti Covid ed oltre 30 di terapia intensiva.
Ho voluto aspettare le dichiarazioni ufficiali dell’Asp -dichiara Pullara-per tornare ad intervenire.Ora come al solito ci sarà la corsa tra amministratori ,deputazione politica varia ma anche comitati, che hanno ormai preso il posto dei circoli pensionistici  di diversa appartenenza, per accaparrarsi il merito di lavoro  ed intuizione altrui.
Se avessi saputo che la politica era questa avrei riflettuto di più prima di candidarmi ma ormai ci sono ed intendo cambiarla dal di dentro.
Io -conclude Pullara- mi farò carico ancora una volta di verificare il punto in cui siamo di settimana in settimana, recandomi personalmente in tutti i presidi ospedalieri della provincia”.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “On Carmelo Pullara : tutta la provincia di Agrigento verrà coperta con posti Covid e di terapia intensiva”

  1. LucaS ha detto:

    .
    Sig. Pullara… se non ci trovassimo in un momento difficile per la Nazione… di gravità della situazione eccezionale… ci faremmo una grandissima risata per le sue affermazioni!

    Con questi 4 posti del caZzo… Lei e Musumeci… non vi vergognate?… In una popolazione… quella Agrigentina… di 445.000 persone… solo 30 posti di terapia intensiva?…
    Quale sarebbe il merito della politica siciliana (tutta)?… Chi dovrebbe vantarsi… di questo disinteresse totale verso i Cittadini?… Disinteresse… su un Diritto Fondamentale che è quello della Salute?!… Chi???

    Ma la smetta!!!
    Scandalosi!… Siete soltanto scandalosi!

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata