Notizie | Commenti | E-mail / 22:55
                    








Al mare da giugno anche in Sicilia ma le regole rischiano di far fallire ugualmente la stagione

Scritto da il 14 maggio 2020, alle 14:20 | archiviato in Photo Gallery, Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“Non vorrei che il governo Conte arrivasse al paradosso: imporre agli stabilimenti balneari, che per definizione sono all’aria aperta, misure più stringenti di quelle previste per le altre attività come ad esempio quelle di ristorazione”.

L’allarme lo lancia Giusi Savarino, Presidente della IV Commissione dell’Ars che si occupa, fra l’altro, di Ambiente, al termine della seduta nella quale sono stati auditi gli operatori del settore balneare che hanno manifestato tutti i timori legati all’applicazione di regole che rischiano di far fallire la stagione balneare nonostante l’annuncio di una possibile apertura entro qualche settimana.

“Ho raccolto alcuni spunti provenienti dai gestori degli stabilimenti balneari, li darò al Presidente Musumeci affinché porti la loro voce a Roma. Le linee guida diffuse dall’Inail hanno messo in subbuglio il settore balneare. Servono regole semplici e tempestive che possano garantire la salute dei cittadini, senza esagerazioni che si traducano in limitazioni della libertà individuale eccessive (come il paradosso di inibire l’uso della piscina, quando tutti sanno che il cloro è un ottimo disinfettante) , o i costi abnormi ed immotivati per i gestori degli stabilimenti (come il plexiglass in spiaggia)”.

Come in altri settori le precauzioni imposte rendono costosa e di difficile applicazione l’apertura ed il rispetto delle norme ed allontanano i clienti. Chi andrà al mare se dovrà farlo diviso da una lastra di plexiglas? Certamente in pochi in una stagione nella quale già la paura farà comunque da deterrente a qualsiasi tipo di attività sociale.

“Serve innanzi tutto sensibilizzare la gente a tenere comportamenti rispettosi, poi, grazie alla tecnologia, possiamo immaginare un servizio ‘al lettino’ che non crei assembramenti, cordoni per separare i lettini e Steward addetti al controllo della spiaggia che vigilino sul rispetto delle distanze da parte della gente”.

“In diverse zone della Sicilia, vi sono spiagge grandi e libere – conclude Savarino – con un po’ di buon senso da parte di tutti possiamo far ripartire la stagione in sicurezza. Roma deve ascoltarci! “



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Al mare da giugno anche in Sicilia ma le regole rischiano di far fallire ugualmente la stagione”

  1. LucaS ha detto:

    Ha ragione la signora.
    Le regole sono fatte per prevenire il Covid-19.
    Quindi meglio senza regole e tutti al mare?

    I politici facciano i politici.
    L’Inail fa gli interessi della salute degli operatori del settore e degli impiegati. Anche dei clienti a quanto pare.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata