Notizie | Commenti | E-mail / 19:47
                    








Sicilia, mascherina obbligatoria all’aperto solo se non si possono mantenere le distanze

Scritto da il 18 maggio 2020, alle 14:19 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, IN EVIDENZA, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“La mascherina è obbligatoria all’aperto solo se non si può mantenere la distanza di un metro”. E’ questa la ratio della norma che impone l’obbligo di mascherina anche all’aperto in Sicilia. Il chiarimento arriverà anche per via ufficiale dopo aver constatato come l’articolo 23 dell’ordinanza di ieri sera del Presidente della Regione abbia sollevato un vespaio di interpretazioni differenti e dunque ingenerato confusione.

“Per ora non abbiamo posto alcuna sanzione per chi gira senza mascherina, ma ho visto tante persone che girano senza e non escludo nei prossimi giorni di prevedere sanzioni” ha detto questa mattina il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, intervenendo alla trasmissione Omnibus su La7 proprio su questo tema. Nel provvedimento firmato ieri, il governatore prevede nell’Isola, tra l’altro, che “è obbligatorio nei luoghi pubblici e aperti al pubblico l’utilizzo di mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca” e che “il dispositivo protettivo deve, comunque, essere sempre nella disponibilità del cittadino nella eventualità in cui ne sia necessario l’utilizzo”.
In realtà l’ordinanza del Presidente della Regione siciliana varata ieri sera in quel passaggio dell’articolo 23 l’obbligo è preceduto da una frase che crea confusione e dice “Ferme le specifiche disposizioni sull’uso di dispositivi di protezione individuale e del distanziamento… “.
La conseguenza è che l’interpretazione è dubbia come in moltissime altre cose e lascia molte perplessità applicative. Innanzitutto perchè proprio la premessa “Ferme le specifiche disposizioni sull’uso di dispositivi di protezione individuale” sembra confliggere con ciò che segue visto che tale obbligo non esiste in  nessun provvedimento precedente e attuale nazionale o regionale (ad eccezione di questo articolo), sia perchè a seguire l’indicazione che debba sempre essere nella disponibilità lascia intendere che ci sono circostanze in cui possa non essere usata visto che certamente non si può riferire al trovarsi in un luogo privato.

Ma è stato lo stesso Presidente della regione intervenendo questa mattina ad Omnibus a dare una sorta di interpretazione autentica lanciando un appello ai siciliani perchè usino sempre la mascherina e minacciando le sanzioni. Dunque si intendeva come obbligo assoluto come avviene solo in Emilia e in Campania
La confusione resta soprattutto fra chi dovrà far rispettare le norme. A prescindere dalla opportunità e dalla legittimità governa la scarsa chiarezza.
Lo stesso articolo, comunque, stabilisce alcune eccezioni “Non sono soggetti all’obbligo di utilizzo di mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca i bambini al di sotto dei sei anni e i soggetti con forme di disabilità che ne rendano incompatibile l’uso”.

C’è, poi, l’elemento finale che rende elastica qualsiasi interpretazione ” Per coloro che svolgono attività motoria non è obbligatorio l’uso di mascherina o copertura durante l’attività fisica stessa, mantenendo il distanziamento di metri due, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività medesima”.

Nel dubbio, forse, è il caso di tenerla sempre. Se col caldo di queste latitudini riuscite a respirare! Ma alla fine della mattina dalla Regione arriva un chiarimento, sia pure informale, che corrisponde a quanto ci era sembrato find all’inizio: “La mascherina è obbligatoria all’aperto solo se non si può mantenere la distanza di un metro” e questa ci sembra più chiaro. Ora lo si dovrà formalizzare per evitare interpretazioni diversi dalle autorità di polizia a cui è demandato il controllo



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Sicilia, mascherina obbligatoria all’aperto solo se non si possono mantenere le distanze”

  1. LucaS ha detto:

    Ho visto tavoli… con sedie… la cui distanza tra “spalliere” è molto al disotto il metro (1m) minimo.
    Un giro veloce tra le varie… viale regina Margherita… viale della vittoria… via regione siciliana… piazza IV Novembre… via giudice Livatino… via Pirandello… per accorgersi che quanto fatto fino ad oggi (in termini di contrasto al contagio) andrà in malora. Non parliamo poi delle mascherine… che per alcuni pare quasi fossero un optional !!

    Signori… il buonsenso dov’è?
    Di questo passo… e con la paura di contagio che abbiamo… dubito che certe attività si riempiranno di avventori.

    Chi vuole approfittarne per un bagno al mare… proceda subito… perché dal 28 giugno potrebbe essere nuovamente vietato.

    ps. speriamo che mi stia sbagliando…

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata