Notizie | Commenti | E-mail / 00:58
                    








Canicattì, aggressione ai danni di un 37enne: indagati restano in carcere

Scritto da il 29 maggio 2020, alle 07:14 | archiviato in Canicattì, Costume e società, Cronaca, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il gip del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto, pur non convalidando il provvedimento , ha disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti dei due 40enni fermati negli scorsi giorni dalla Squadra Mobile di Agrigento in quanto gravemente indiziati della selvaggia aggressione ai danni del connazionale di 37 anni, il quale , aggredito a calci e pugni nonchè con arma impropria, è stato ridotto in fin di vita e ricoverato in prognosi riservata in una unità specializzata ospedaliera di Palermo.

I due indagati, difesi dall’avvocato Salvaggio, hanno scelto la via del silenzio durante l’interrogatorio. Gli aggressori indicati da diversi testimoni, dopo il violento attacco si sono dati alla fuga, ma dopo qualche ora sono stati rintracciati  a Canicattì dai poliziotti con ancora gli abiti e le scarpe sporchi di sangue.La feroce aggressione maturata in un contesto di degrado sociale, caratterizzato da abuso di alcool, sembrerebbe scaturita da motivi riconducibili a banali controversie di natura economica. L’inchiesta è coordinata dal pm Gianluca Caputo.

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Canicattì, aggressione ai danni di un 37enne: indagati restano in carcere”

  1. Occhio di lince ha detto:

    NULLA DI PREOCCUPANTE, TRA QUALCHE GIORNO TORNERANNO IN LIBERTÀ E NON LO FARANNO PIÙ PERCHÉ SANNO CHE IL BRACCIO DELLA LEGGE ITALIANA NON PERDONA NESSUNO. CHE VERGOGNA, SAREBBE PROPRIO IL CASO DI ATTUARE UNA LINEA DURA CON, ALMENO, I COMUNITARI CLANDESTINI CHE VENGONO A CANICATTÌ NON PER LAVORARE MA SOLO PERCHÉ NEL LORO STATO GLI SPEZZANO LE OSSA SE COMMETTONO REATI, INVECE DA NOI………. IO NON SO COME REAGIREI SE PICCHIASSERO MIO FIGLIO, SICURAMENTE SI RICORDEREBBERO BENE DI AVERMI CONOSCIUTO APPENA ARRIVATI ALL’ALTRO MONDO.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata