Notizie | Commenti | E-mail / 01:16
                    








Canicattì, Francesco Di Natale: l’amministrazione affila le armi per colpire al cuore il tessuto produttivo cittadino

Scritto da il 29 maggio 2020, alle 08:52 | archiviato in Canicattì, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“In un momento di grave emergenza economica, in cui le aziende e le Organizzazioni di categoria invocano l’intervento delle Istituzioni, a vario livello, per mitigare gli effetti devastanti prodotti dalla pandemia, il Comune di Canicattì che fa? Affila le armi per colpire al cuore il tessuto produttivo cittadino, già fortemente provato e sofferente”. La CNA di Canicattì rileva l’inopportuna ed intempestiva iniziativa dell’amministrazione che ha predisposto un regolamento, all’esame del consiglio comunale, “il cui fine è quello di subordinare il rilascio o il rinnovo e la permanenza in esercizio di  attività commerciali e produttive  alla verifica  delle regolarità  del pagamento  delle imposte comunali”.

Fermo restando che i tributi vanno assolutamente pagati e la lotta all’evasione e all’elusione è una battaglia di civiltà, così sgombriamo il campo da ogni equivoco, la CNA non può che assumere una posizione critica rispetto ad una linea di condotta che si presenta fuori luogo e fuori tempo. Sono  ancora vivi e drammatici i segni del lockdown, parecchie imprese, esaurite le forze residue, sono rimaste chiuse, altre hanno riaperto a fatica.

La responsabilità istituzionale imporrebbe un serio e costruttivo ragionamento di condivisione, di sostegno e  di accompagnamento alla “Fase 2”,  ed invece assistiamo al tentativo di spingere ulteriormente con le spalle al muro chi prova a rimettersi in piedi, per un difficile ritorno alla normalità. Facciamo appello al Consiglio comunale, che è chiamato ad esprimersi sul testo del regolamento, a tenere conto del momento storico che stiamo attraversando, della grave crisi in cui versa il mondo produttivo locale e dello scenario normativo, nazionale e regionale, appositamente delineato in chiave positiva in risposta proprio alla gestione del Covid19.

Non è il momento per gli enti locali di fare cassa sparando sulla croce rossa. Soprattutto in questo frangente, in materia di tributaria, servono agevolazioni, misure flessibili e incentivazioni e non rigore e tolleranza  zero nella riscossione di Tari, Tasi, Imu e altri balzelli. E’ necessario che il Comune sia alleato delle imprese, senza le quali l’economia canicattinese è destinata a morire”.

 

Francesco Di Natale



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Canicattì, Francesco Di Natale: l’amministrazione affila le armi per colpire al cuore il tessuto produttivo cittadino”

  1. LucaS ha detto:

    Sig. Di Natali… le tasse vanno pagate.
    Mi sembra giusto il suo ragionamento di andare incontro alle esigenze dei nostri Concittadini… e credo pure che se un’attività ha evaso le tasse fino ad oggi… sia giusto che le paghi oppure chiuda bottega… lasciando spazio a chi invece le tasse le paga da sempre.

    Il Covid-19 colpisce l’anno 2020.
    Gli anni precedenti il Covid non c’era.

    Speriamo che l’Amministrazione e il Consiglio Comunale diano forme di agevolazione fiscale per il futuro… e possano queste essere rivolte ai commercianti… artigiani… imprenditori… che davvero abbiano difficoltà economiche oggettive… e che siano stati impossibilitati al “versamento” del dovuto a causa di incassi e guadagni “irrisori”.

    Se la tassa non la paga un commerciante che sta quasi per chiudere… credo che allora vada aiutato… e che vada agevolato affinché possa tenere in piedi la propria attività… e possa mettersi nuovamente in regola anche con le tasse locali.

    Cosa differente nel caso in cui l’imprenditore… commerciante o artigiano… abbia un’attività avviata e florida sotto il profilo economico… ma non abbia pagato le tasse o addirittura le abbia evase consapevolmente.

    Ci vuole più Giustizia in questa Città.
    Un regolamento giusto sarà sinonimo di Giustizia.
    In caso contrario la Giustizia verrà da sé.

    Buon lavoro a tutti.

    ▪Prima o poi… la Giustizia… Arriverà.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata