Notizie | Commenti | E-mail / 23:34
                    








Canicattì: c’era una volta una buca……e c’è ancora

Scritto da il 5 giugno 2020, alle 11:56 | archiviato in #Esclusiva, Canicattì, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

L’immagine che vedete a corredo di questo articolo è la rappresentazione plastica di un paese, di un intero paese, che di esempi come questi nella foto ne ha a migliaia, esempi che ci costano ogni anno in termini di danni ai cittadini e di rimborsi per  cause perse dal comune, centinaia di migliaia di euro. Ma quella delle foto ha un  valore diverso. Siamo nel  centralissimo Largo Aosta , tecnicamente il luogo più trafficato dell’intera città.

Non si può venire a Canicattì, senza passare da Largo Aosta e non si può uscire di casa senza attraversarlo. Il più grande parcheggio della città. Io non riesco a passare a piedi da quelle parti senza che almeno un paio di persone mi raccontino la loro disavventura in quel fosso. Chi ci ha rotto la coppa dell’olio, chi ci è finito dentro con lo scooter finendo all’ospedale, chi ha rotto  il carter sotto l’auto, insomma ha fatto più danni quel fosso che la grandine prima del raccolto. Io personalmente l’ho segnalato credo tre o quattro volte, con articoli , foto, post e messaggi di fumo…. Niente strafottenza totale. Stamattina per l’ennesima volta ci ripasso e vengo circondato da un gruppo di persone , pensavo ce l’avessero con me, mi tranquillizzo quasi subito… distribuisco i bigliettini per il turno e a turno ognuno di loro mi racconta cosa ha rotto in quella buca e quanto gli è costato.Uno aggiunge anche i sacrifici che hanno dovuto fare in famiglia per riparare l’auto.

E allora è giusto che io mi chieda, ma chi è delegato/a ( io lo so)  ad occuparsi di questo aspetto del paese perché non lo fa? Perché sentiamo parlare ( solo parlare) di grandi progetti, finanziamenti a gogo, mentre il cittadino deve continuare a essere sottoposto a questa vergogna? Ma come fate a parlare di Stadio di ristrutturazione di Teatri ( da 4 anni chiuso) di cimitero ( un progetto che non avete sottoposto al giudizio dei cittadini) e poi siete incapaci a tappare un buco che li da quattro anni?   Ma secondo voi, cari amministratori abbiamo o no il diritto ad indignaci? Abbiamo o no il diritto a non credervi? Abbiamo o no il diritto di invitarvi a cambiare lavoro? Ma che ve lo chiediamo a fare…….



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



2 Risposte per “Canicattì: c’era una volta una buca……e c’è ancora”

  1. LucaS ha detto:

    Sciabarrà… la devo rimproverare pubblicamente.
    Ha dimenticato una buca sul marciapiede… pericolosissima… in Viale Regione Siciliana angolo con Via Kennedy.
    Dove prima c’era una attività commerciale… adesso trasferitasi nei magazzini del lato opposto.
    Ho assistito personalmente alla caduta di una ragazza… che prontamente abbiamo soccorso… e che fortunatamente riportava soltanto tanto spavento e contusioni.

    Canicattì è una Vergogna.
    Uno Squallore.

  2. LucaS ha detto:

    Ps. Chiaramente il mio rimprovero per la sua persona è di natura ironica. Mentre lo squallore per come si amministra è reale!
    Dove sono finiti i soldi per l’urbanizzazione primaria e secondaria della zona peep? Chi ha ritirato le concessioni edilizie ha pagato? Perché i soldi di compensazione dell’Anas sono andati a finire in via Nilde Iotti?

    https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://m.youtube.com/watch%3Fv%3DBqlJwMFtMCs&ved=2ahUKEwjyrq2i1urpAhVskosKHRijDS4Q3ywwAnoECBIQJA&usg=AOvVaw1b9-BiHtXQsxYuBHNerBYJ

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata