Notizie | Commenti | E-mail / 00:53
                    








Canicattì: continua la linea continua della trasgressione

Scritto da il 22 giugno 2020, alle 08:50 | archiviato in #Esclusiva, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

In molti continuano a chiederci l’esito della riunione con i vertici dell’Anas che il Sindaco Di Ventura aveva sbandierato sui social .

Oggetto della riunione, come quasi tutti sanno , la linea continua che circonda il perimetro del paese e che con un tocco di vernice ci ha precluso di rientrare nelle proprie abitazioni o nelle proprie attività , senza infrangere il codice della strada , con rischio di pesanti multe e la decurtazione dei punti della patente, non considerando le conseguenze in caso di incidente. La riunione annunciata dopo i nostri insistenti e quotidiani appelli era stata annunciata la prima volta il 21 di maggio.

Sempre il Sindaco Di Ventura aveva rassicurato i cittadini che da lì a qualche giorno avrebbe incontrato gli oramai famosi vertici dell’Anas.

Di questo famoso incontro non se ne seppe più nulla e noi ci siamo ritrovati costretti a rifare i nostri appelli quotidiani. Pressati da queste pillole quotidiane, sempre il Sindaco Di ventura a distanza di 28 giorni annuncia un’altra riunione sempre con i famosi vertici dell’Anas, questa si sarebbe dovuta tenere il 18 di giugno.

Nessuna notizia di questa riunione, il Sindaco Di Ventura tutto pubblica , tranne gli esiti di questo incontro con gli oramai strafamosi vertici dell’Anas. Nel frattempo succede che buona parte della comunità canicattinese continua, suo malgrado a infrangere il codice della strada, sotto l’occhio fintamente distratto ( e affranto) delle autorità preposte a farlo rispettare.

Ora noi ci siamo chiesti più volte se è un paese normale dove tutti sono al corrente di una situazione di questo genere, cioè dove si è costretti a non rispettare il codice della strada perché l’incapacità e l’inettitudine amministrativa di taluni non riesce a risolvere un problema creato da dei signori che non sanno neanche dove si trova Canicattì sulla cartina geografica? A dire il vero in questi anni ci siamo abituati a ben altre trasgressioni , tante e di diversa natura. Spesso le abbiamo denunciate con i nostri articoli, tanti gli argomenti trattati , tantissime le opacità rimaste tali , quasi a volerci convincere che al mondo esiste un luogo ove tutto è possibile.

Cosa volete che sia il superamento di una stupida linea continua , una piccola multa e qualche punto tolto dalla patente? Poca roba, stupidaggini. E allora lasciamo che il popolo canicattinese continui a trasgredire, che si abitui, anche coloro che sono soliti rispettare le regole, a qualche piccola ed eccitante trasgressione, non sia mai che un giorno si ritrovino in trasgressioni più grandi e si trovino impreparati. E poi non dimentichiamo che noi abbiamo l’asso nella manica… se qualcuno dovesse dire qualcosa , noi abbiamo i nostri Giudici da tirare fuori, un bel convegnetto sulla legalità, una giornata dedicata a Rosario Livatino, un’altra al Giudice Saetta e il gioco è fatto…in quel caso la linea che superiamo non è quella imposta dall’Anas. Buona trasgressione a tutti.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Canicattì: continua la linea continua della trasgressione”

  1. LucaS ha detto:

    E lei si stupisce?… Una amministrazione disattenta… cosa vuole che interverga… con immediatezza?… Ma la smetta… Sciabarrà!… Come può immaginare una cosa del genere!

    Ha visto i controlli a Canicattì da parte dell’amministrazione… sulla movida dei locali?… Su quanti… durante la nuova chiusura delle strade cittadine a ZTL… con abbracci e baci… si riversano sui marciapiedi della villa Comunale… sui marciapiedi del viale della Vittoria o in viale regina Margherita l… palazzo La Lumia e Piazza Dante?… Inesistenti.
    Certo… ancora più sbalorditivo… assistere al passaggio di polizia e carabinieri in macchina… che anziché fermarsi e far verbali di contestazione… proseguono la passeggiata andando altrove. Scandaloso!… Ma questa è un’altra storia.
    Perché i vigili urbani cosa fanno?… Verrebbe da chiedersi!… Poi… giustamente un vigile mi diceva… “dopo la mezzanotte ci va lei in piazza Dante a fare i verbali?”… “lei ha pienamente ragione e sono pienamente d’accordo ma dovrebbe chiedere l’intervento dei carabinieri”.
    Io devo chiedere l’intervento delle forze dell’ordine?…
    Perché loro non hanno occhi per vedere?
    Mi scusi la crudezza espressiva… ma che min…a si sono sballati pure loro???

    Lasciamo perdere… Sciabarrà… siamo in mano a nessuno.
    Solo bigodini della politica e “cittadini” non curanti del bene altrui e collettivo. Controlli inesistenti su tutto e tutti. Uffici comunali alla far west… con sceriffi che fanno bello e cattivo tempo. Una Città completamente allo sbando.

    La linea continua?… La “linea continua” è segno dei tempi.
    Rappresenta la continuità della strafottenza… e del solito modo di fare di una grande fetta della popolazione.

    Buona giornata.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata