Notizie | Commenti | E-mail / 09:34
                    








Canicattì, il dott. Vincenzo Asti: chi può , chi vuole, chi deve si faccia avanti!

Scritto da il 10 luglio 2020, alle 07:30 | archiviato in IN EVIDENZA, Photo Gallery, Politica, Politica Canicattì. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

…Se fosse possibile dire saltiamo questo tempo e andiamo direttamente a domani credo che tutti accetteremmo di farlo.

Ma non è possibile. oggi dobbiamo vivere ,oggi è la nostra responsabilità .

si tratta di essere coraggiosi e fiduciosi al tempo stesso.

si tratta di vivere il tempo che ci è dato di vivere con tutte le sue difficoltà…

Aldo Moro
Ho riletto con appassionata attenzione questa citazione di uno dei
leader più grandi che la Nazione abbia mai avuto e ho ritenuto che fosse arrivato il momento di rivolgermi a tutti voi per un sentito accorato appello.

Che la situazione politico-amministrativa in cui versa la nostra città sia al collasso ormai è sotto gli occhi di tutti! 3 lustri buttati al vento tra mero esercizio dell’ordinario senza alcuno scatto d’ala, senza un’idea che fosse una sullo sviluppo della città e il disastro evidente degli ultimi anni neppure calmierato dalle pur chiare difficoltà restrittive legate alla politica nazionale rispetto agli enti locali ed alla riconosciuta buona volontà di un paio di assessori.

Non un programma , ad esempio, di rilancio del nostro prodotto di punta : l’uva , neppure per usufruire delle potenzialità offerte dal marchio IGP anche in termini di finanziamenti per pubblicizzare il prodotto sui mercati ;

per non dire poi della Burgio Corsello , nostro fiore all’occhiello , scaricata dopo 140 anni di storia ,senza complimenti, nel bagagliaio della politica;
così come la piscina comunale , vandalizzata brutalmente nell’indifferenza generale!
Non una parola per la chiusura dell’ambulatorio di neurologia dell’ospedale , che erogava migliaia di prestazioni specialistiche per anno anche in urgenza ;

infine la triste vicenda della villa comunale, con il grottesco balletto in consiglio comunale che segna la
frattura sostanziale tra la politica attuale e la comunità che
pretende di governare.

 

Qualcuno potrebbe a questo punto
chiedersi dove siano stati gli altri! Avrebbe anche ragione !
I’area dei moderati ha commesso un grande peccato di presunzione collettiva ritenendo ognuno ,a torto ,di poter essere meglio degli altri e di poter fare quindi a meno degli altri!

 

Ed è in ragione di
questo che oggi mi sento di dover lanciare a tutti un monito: non
commettiamo più lo stesso errore ! Impegniamoci tutti ! Tutti quelli che hanno un’esperienza e vogliono metterla a disposizione , tutti  quelli che hanno ancora qualcosa da dire e da dare alla città , nuove leve che ritengano di poter dare il proprio contributo magari sacrificando parte del proprio tempo e del proprio lavoro.

 

Bisogna mettere finalmente in sicurezza i conti comunali anche con una grande operazione di verità, e, a ruota riorganizzare la macchina comunale un tempo riferimento anche dei comuni vicini oggi fortemente depauperata dal blocco del turnover ;

 

serve percorrere nuove vie di sviluppo come ad esempio l’incremento dell’ospitalità diffusa coniugandola con le nostre risorse naturali e la nostra posizione strategica al centro della Sicilia, la congressistica di piccolo e medio calibro ;

è necessario predisporre uffici adeguati e relazioni istituzionali forti per intercettare tutti i finanziamenti comunitari statali e regionali uniche  , vere fonti per uno sviluppo anche infrastrutturale sostenibile finanziariamente;

 

occorre intervenire con forza e convinzione per consentire che le nostre attività commerciali possano riprendere il cammino facendo per esempio arrivare le giuste risorse al centro commerciale naturale per consentirgli un congruo sviluppo;

 

serve tutto questo ma certamente serve anche altro!

per questo non è più il tempo delle corse solitarie nè di dannosi ritorni di fiamma!

Serve costruire insieme la casa comune dei moderati , di
quelli che stanno di qua e anche di quelli che guardano a sinistra ma non si riconoscono nell’attuale dirigenza !

serve costruirla sentendola ognuno la propria casa.

Aggiungo ,mutuando ancora parole importanti ,costruiamola ognuno portando la propria pietra,portando persino le pietre che ci siamo tirate addosso !

 

Diamo a questa città una classe dirigente all’altezza della sua storia capace di rispondere in pieno alle nuove difficilissime sfide del nostro futuro comune.
”oggi dobbiamo vivere ,oggi è la nostra responsabilità .Si tratta di essere coraggiosi e fiduciosi al tempo stesso.

si tratta di vivere il tempo che ci è stato dato con tutte le sue difficoltà.

Camminiamo insieme perché l’avvenire appartiene in larga misura ancora a noi.”…

 

Chi può , chi vuole, chi deve si faccia avanti! Avrà tutto il
nostro appoggio!

Vincenzo Asti



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Canicattì, il dott. Vincenzo Asti: chi può , chi vuole, chi deve si faccia avanti!”

  1. LucaS ha detto:

    Egregio Dott. Asti… lei parla di unità trasversale… di unione di intenti per risollevare le sorti della politica e delle istituzioni locali… nonché dalla città di Canicattì… ma comprende benissimo che non sia una strada percorribile.

    Questo Sindaco passerà… e con tutti gli assessori vari comprensi. Il prossimo… siamo più che certi… che alle prime luci dell’alba del governo della città… verrà svegliato alle prime ore del mattino… e sarà trasferito presso la casa circondariale Agrigentina.

    “Finalmente qualcuno a Londra si sta interessando di certe questioni”!… Così recitava un Attore di cui non ricordo il nome…

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata