Notizie | Commenti | E-mail / 08:00
                    








Permesso premio a mandante Rosario Livatino, Patronaggio: “Stato pretenda collaborazione”

Scritto da il 17 settembre 2020, alle 07:18 | archiviato in Agrigento, Canicattì, Costume e società, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“A parte la tragica beffarda coincidenza del permesso premio ad uno degli assassini del Giudice Livatino di cui il 21 settembre ricorre il trentennale della barbara uccisione, l’ordinanza dei giudici di sorveglianza di Padova, in linea con le decisioni della Corte EDU e della Corte Costituzionale, pone una serie di problemi che sono al tempo stesso giuridici e morali: primo fra tutti quello della funzione rieducativa della pena non disgiunta da quella della meritevolezza dei benefici carcerari con la sola buona condotta non accompagnata da una collaborazione attiva con l’Autorità Giudiziaria”. Lo ha detto il Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio commentando il permesso premio a Giuseppe Montanti, condannato all’ergastolo nel 1999 per l’uccisione del giudice. Montanti ha scontato 20 anni in regime di carcere duro, ma ha potuto beneficiare del primo permesso solo dopo la decisione della Corte Costituzionale sui reati ostativi. ” Semplificando:  questo nostro Paese è pronto a perdonare sulla base della semplice dissociazione, ovvero deve pretendere, forse anche con una certa violenza morale, la collaborazione piena ai limiti della necessaria delazione? – dice Patronaggio- La risposta sta forse  nel verificare in  concreto se siamo realmente usciti da una emergenza mafiosa e se siamo in grado di rimarginare le ferite morali del Paese senza fare necessariamente ricorso ad una  concezione della giustizia in senso solo retributiva e punitiva”.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata