Notizie | Commenti | E-mail / 02:19
                    








Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti : inaccettabili ritardi pagamento ore di straordinario

Scritto da il 21 novembre 2020, alle 12:23 | archiviato in Agrigento, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La nota inviata dalla nostra Segreteria Nazionale al  Sig. Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto  Franco GABRIELLI, in merito all’inaccettabile ritardo nei pagamenti delle ore di servizio straordinario

Ill.mo Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, il Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti sente forte l’obbligo di rappresentare lo stato d’animo dei suoi uomini, che, attraverso Noi, hanno deciso di scriverLe, gli stessi Uomini e Donne per cui, spesso in tv e sui giornali esprime parole di elogio e di cui dice di andare fiero, quegli stessi uomini che ha encomiato con un video diffuso qualche giorno fa, con il quale ha profuso incoraggiamento.

Gli stessi operatori a cui ha chiesto di continuare come sempre, nonostante oggi ci sia questa situazione così gravosa, quegli stessi uomini a cui chiede giornalmente maggiore tempo e spirito di sacrificio per la sicurezza dei cittadini, a discapito spesso delle proprie famiglie e dei propri affetti. Sig. Capo della Polizia gli uomini e le donne della Polizia di Stato sono puntualmente, ogni giorno del mese e per tutto l’anno che sia festivo o una giorno infrasettimanale qualsiasi, a rispondere con impegno e dedizione, con professionalità, passione e temperamento alle richieste del Dipartimento e dei cittadini che, in questo momento emergenziale e storico, stanno patendo un periodo inaspettato e difficile. Sig. Capo, oggi sono quegli stessi “agenti” di cui le tesse le lodi e su cui si è speso tuonando che pagare 4 euro per un ora di servizio straordinario fosse immorale, si ritrovano a sperare invano, di ricevere quelle somme derivanti dai servizi straordinari che Lei stesso ha ritenuto misere ed imbarazzanti ma che a Noi servitori dello Stato servono per sostenere le rispettive necessità familiari. Si, Sig. Capo della Polizia oramai gli uomini dei reparti mobili e non solo, attendono da circa 18 mesi, il pagamento di tutte quelle ore che con grande sacrificio e professionalità, non perdendo mai di vista il rapporto umano con la gente hanno pedissequamente effettuato, sottraendo tempo ai propri affetti.

Le Sue parole sono state apprezzate e sono servite quale sprono per fare ancora meglio, ma alle parole devono seguire i fatti altrimenti tutto è vano, non è certamente gratificante lavorare senza mai guardare l’orologio e a distanza di anni non essere retribuiti seppur con cifre non corrispondenti all’impegno e al pericolo che viene posto in essere. Il Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti ritengono fondamentale portare alla Sua cortese attenzione il malessere diffuso tra il personale, con l’auspicio che l’averle trasferito la voce autentica dei Uomini e le Donne della Polizia di Stato possa essere in qualche modo utile affinché un Sua autorevole ed urgente disposizione possa accelerare il pagamento degli arretrati dello straordinario per poi far comprendere al governo che l’ora di straorinario deve essere adeguatamente remunerato altrimenti é equiparabile al caporalato puro.Con profonda stima

 

IL SEGRETARIO GENERALE
Antonino Alletto



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata