Notizie | Commenti | E-mail / 22:05
                    








Licata: Il “parto indolore” non sa da fare… una situazione quasi manzoniana

Scritto da il 31 gennaio 2021, alle 12:32 | archiviato in Agrigento, Cronaca, Licata. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Al Commissario Straordinario Asp Agrigento
Dott. Mario Zappia
Agrigento
E per conoscenza :
all ‘assessore alla sanità Razza
Al sindaco del comune di Licata Galanti
A tutti gli  Organi di Stampa.

Apprendiamo dagli organi di stampa che il servizio del c.d. “parto indolore” avviato con successo dal reparto di Ostetricia dell’ospedale di Licata, è stato sospeso e che il Primario del reparto è stato per questo deferito al consiglio di disciplina. Reo, a quanto sembrerebbe, di avere pubblicizzato ed iniziato tale attività senza il consenso dell’organismo sovraordinato allo stesso. Quindi l’Asp di Agrigento, per un mero problema di procedure interne, non esita a bloccare un servizio di enorme impatto positivo sulla popolazione femminile del nostro comprensorio. E, invece di premiare il Primario che ha avuto l’abilità di applicare tale metodica, lo manda a consiglio di disciplina. Secondo noi in questa vicenda ci sono delle note fortemente stonate.
Perché,  se il problema è solo di ordine procedurale, non c’è bisogno di bloccare un servizio che stava cominciando ad avere grande successo. Il problema forse è proprio in questo. L’ospedale di Licata non deve crescere. Non sia mai che le donne preferiscano venire a partorire a Licata invece che ad Agrigento.
È UNA VERGOGNA!
Come si fa a bloccare un pubblico servizio di tale importanza solo per mere questioni procedurali?
Le scriviamo per chiederLe, nella Sua qualità di massimo responsabile dell’ASP di Agrigento, a voler rimuovere il provvedimento di sospensione di tale servizio, fermo restando il diritto sacrosanto di noi Cittadine, ad intraprendere tutte le azioni legali e/o di protesta laddove tale situazione rimanesse invariata.
Cordiali Saluti.
PER IL MOVIMENTO DONNE LICATA
Luisa Biondi e Cettina Callea



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata