Notizie | Commenti | E-mail / 12:16
                    








Canicattì: altra denuncia del comitato 2021 ” Un’Amministrazione Comunale alla disperata caccia di consensi. “

Scritto da il 2 marzo 2021, alle 07:10 | archiviato in Canicattì, Cronaca, IN EVIDENZA. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Questa volta scrivono anche alla commissione Regionale antimafia…. noi come testata giornalistica dopo le denunce mai smentite di questo comitato, iniziamo ad avere parecchie perplessità che Canicattì possa essere oggetto di interesse per i soggetti che ricevono queste denunce. Abbiamo anche chiesto se questo comitato è un gruppo di mitomani o se le denunce che hanno prodotto in tutto questo tempo presso la Procure, presso il Prefetto e altre autorità, siano frutto di fantasia o corrispondano al vero. Non abbiamo ricevuto alcuna risposta e noi come è giusto che sia continuiamo a pubblicarle ribandendo la nostra disponibilità al diritto di replica per come prevede la legge. Questa denuncia contiene indicazioni gravissime….. Se le autorità informate non dovessero anche in questo caso intervenire in un senso ( fermare il comitato) o nell’altro ( approfondire le denunce fatte) siamo dinnanzi a una situazione che non sappiamo come definire

Eccovi l’ennesima denuncia del comitato 2021

Stiamo assistendo ad un’Amministrazione Comunale e un Sindaco nello stato di esasperazione che passa dal grande affare della privatizzazione del cimitero , con la tassa sul morto e la carta da parate nei loculi un affare da più di € 15.000.000,00, all’anticipazione alla cooperativa che gestisce gli asili nido per la modica cifra di circa € 850,00 mensili per bambino, a tal proposito, per maggiore trasparenza, chiediamo al Sindaco di pubblicare la lista dei dipendenti delle Cooperative al fine di rendere palese che non vi  lavorano amici e parenti vicini all’Amministrazione Comunale; al campo sportivo , dove presto i tifosi si accorgeranno del grande bluff, comunque sono stati utilizzati tutti i fondi per riparare le strade , per fare le strade, l’illuminazione e le condotte idriche e fognarie nelle cooperative e nelle zone periferiche e per ultimo un’operazione che riteniamo una palese distrazione di somme, circa € 200.000,00 che sono i fondi assegnati al Comune per il miglioramento energetico degli edifici e per l’abbattimento delle barriere architettoniche, peraltro sembra che il parere sia stato espresso dal RUP(RAPPRESENTANTE UNICO DEL PROCEDIMENTO) del progetto, che logicamente verrà pagato per l’incarico, che rappresenta un perfetto conflitto di interesse. Per dire distrae delle somme destinate a migliorare gli edifici Comunali e per servizi ai diversamente abili, alla fine , per essere pagato lui stesso.

Per ultimo la circolare prot. 6770 del 12 febbraio 2021 della solita P.O. N° 3 Servizi Tecnici  che vuole imporre ai tecnici Comunali la sanatoria delle “logge”  facendoli rientrare nel concetto di recupero volumetrico, in perfetto contrasto con l’art. 5 comma 3 della legge Regionale n° 16/2016 , lasciando intravedere che è stato espresso un parere dalla Regione fatto assolutamente impossibile( a tal proposito può essere pubblicato il parere espresso dalla regione per provare la verità).

Si riporta testualmente  il contenuto della norma “3) il recupero abitativo delle pertinenze, dei locali accessori, degli interrati e dei seminterrati ……… Si definiscono pertinenze, locali accessori, interrati e seminterrati i volumi realizzati al servizio degli edifici, anche se non computabili nella volumetria assentita agli stessi” le logge non sono volumi ma rientranze vuote. Si vuole quindi favorire tecnicamente un abuso edilizio, fatto di cui gli stessi tecnici privati , forse ad eccezione di qualcuno, sono molto preoccupati.

Ed , ancora , una manifestazione di interesse anomale nei servizi sociali in particolare si chiede la presentazione di uno o più progetti  in due giorni lavorativi , tempi che lasciano ampi spazi all’immaginazione.

Tutto passa attraverso gli occhi compiaciuti del responsabile della legalità e trasparenza nonché dirigente ad interim dott. Giovanni Panepinto.

Chiediamo a S.E. il Prefetto , all’assessore Regionale Agli Enti locali di FERMARE questa Amministrazione Comunale con il suo commissariamento.

Al presidente della Commissione Parlamentare Antimafia On. Claudio Fava chiediamo di essere ricevuti per riferire fatti che possono essere importanti per capire come opera l’amministrazione.

 

Canicattì 01/03/2021

 

IL SEGRETARIO

Calogero Giarratana

IL PRESIDENTE

Giuseppe Giardina

 

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata