Notizie | Commenti | E-mail / 11:03
                    








La banda dei cavi in rame: chieste quattro condanne

Scritto da il 3 marzo 2021, alle 07:04 | archiviato in Agrigento, Cronaca, Naro. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

l sostituto procuratore Gloria Andreoli ha avanzato la richiesta di condanna nei confronti di quattro persone accusate di far parte della banda che, tra il 2014 ed il 2015, ha messo a segno una serie di furti di cavi in rame tra le province di Agrigento e Caltanissetta. Le accuse sono associazione a delinquere e furto aggravato. Per alcuni reati, invece, è stata proposta l’assoluzione.

Il processo è in corso davanti la prima sezione penale del Tribunale di Agrigento presieduta dal giudice Alfonso Malato. I fatti risalgono a sette anni fa quando – tra Ravanusa, Naro, Sommatino e Gela – si verificarono una raffica di furti di cavi in rame.

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata