Notizie | Commenti | E-mail / 12:42
                    








Lettera aperta sulle diverse problematiche e criticità del distretto socio sanitario di Canicattì

Scritto da il 7 aprile 2021, alle 07:26 | archiviato in Costume e società, Photo Gallery, Politica, Politica Canicattì. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

L’articolo 32 della nostra Costituzione recita :

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della

collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un

determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun

caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.”

È doveroso ringraziare in primo luogo, tutti gli operatori sanitari, parasanitari e gli operatori del

settore socio-sanitario che si sono instancabilmente prodigati per il benessere di noi cittadini, in

questo anno che ha messo a dura prova il nostro paese e la nostra sanità, per via della pandemia

Covid19; è recente la notizia di proporre la candidatura al Nobel per la Pace 2020 al personale

sanitario italiano. E in questo momento storico esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà agli

operatori del distretto di Canicattì.

La pandemia purtroppo ha catturato l’attenzione di Enti ed Istituzioni, mettendo così, in secondo

piano tutte le altre necessità e priorità dei cittadini che pur avendone bisogno, ha dovuto

rinunciare negli ultimi 12 mesi a visite mediche o accertamenti specialistici a causa delle lunghe

liste di attesa. E sappiamo quanto sia importante la prevenzione per evitare il sopraggiungere di

malattie molto più gravi e mortali.

La presente “Lettera Aperta” degli scriventi , vuole mettere in rilievo tale situazione e

salvaguardare il diritto alla salute dei cittadini, ed in particolare degli utenti del Distretto Socio

Sanitario di Canicattì, di cui fanno parte ben 8 Comuni ed esattamente Canicattì come comune

capofila, Camastra, Campobello di Licata, Castrofilippo, Grotte, Naro, Racalmuto e Ravanusa.

Le molteplici e ripetute segnalazioni pervenute e la conoscenza diretta delle criticità riscontrate,

ci inducono a sottoporre l’attenzione su alcune problematiche ed a chiedere alle SS.VV. se e quali

soluzioni è possibile trovare per il miglioramento dei servizi sotto elencati:

–ridurre drasticamente i tempi di attesa per le visite specialistiche, dovrebbe essere la cosa

primaria da attuare; basta aumentare le ore delle branche più affollate , per non inviare i pazienti

ad Agrigento o a Sciacca;

–provvedere a sostituire il medico vaccinatore di Canicattì-, che a breve (aprile) andrà in pensione.

Sconsigliamo vivamente di inviare qualcuno a scavalco, perché riteniamo non possa essere una

vera soluzione, in quanto non assolutamente sufficiente. Manca inoltre un infermiere che è stato

distaccato a fare tamponi covid;

–l’anagrafe assistiti è priva di personale;

–il servizio di salute mentale ha da tempo una grave carenza di personale con grave disagio per

l’utenza causando oltre al disagio psichico pure quello sociale,economico ed esistenziale e i due

medici in organico per otto comuni sono veramente insufficienti;

–file poco organizzate in attesa fuori al freddo o al caldo, specie per gli anziani.

Sicuri di un Vs. gentile riscontro in merito e di un avvio di iniziative volte alla risoluzione delle

diverse problematiche .

Prevenire è meglio che curare.

Canicattì, 07-04-21

Umanità Nuova di Canicattì – Branca del Movimento dei Focolari

Cittadinanza Attiva di Canicattì



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata