Notizie | Commenti | E-mail / 12:15
                    








Overbooking, compagnia aerea condannata a pagare anche le spese legali

Scritto da il 7 aprile 2021, alle 06:52 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Per oltre un anno la compagnia aerea ha ignorato la richiesta di un passeggero, costringendolo a rivolgersi a uno studio legale. Risultato: oltre alla compensazione prevista dal regolamento europeo sul trasporto, ha dovuto pagare anche le spese legali.
Le cifre non sono rilevanti ma è il principio stabilito dal giudice, in questo caso, a far segnare un punto importante per i consumatori. E nel caso che vede protagonista il professore palermitano Pietro Busetta, a cui è stato annullato per overbooking un volo da Bari. Tutto comincia il 26 agosto 2019.
Busetta quel giorno sarebbe dovuto partire da Bari, con destinazione Palermo, con un volo della compagnia Volotea. Ma al suo arrivo in aeroporto la sorpresa: niente imbarco per overbooking ma possibilità di richiedere la compensazione pecuniaria prevista dal regolamento europeo sul trasporto aereo (Regolamento CE n. 261/2004), pari a 250 euro, attraverso una attestazione consegnata direttamente dal personale della compagnia. Tutto apparentemente semplice. Ma il professore per mesi non riceve alcun importo.
Dopo 7 mesi Busetta decide di rivolgersi all’avvocato Alessandro Palmigiano, esperto in tutela del consumatore e del mercato, che assieme al collega Mattia Vitale avviano una causa davanti al giudice di pace di Palermo. A novembre del 2020, 15 mesi dopo l’annullamento del volo, la compagnia decide di pagare al passeggero la compensazione pecuniaria prevista.

“Non si può ignorare per mesi la richiesta di un consumatore – obietta l’avvocato Alessandro Palmigiano – trascurare i continui solleciti e obbligarlo a fare causa, pensando che questo non abbia conseguenze. Mi auguro che questo giudizio rappresenti anche un monito per quelle grandi società che cercano di resistere, sperando che i consumatori cedano o rinuncino a far balere i propri diritti”. Il giudice di pace di Palermo, Rosina Maria Graziano, ha condannato Volotea al pagamento di 300 euro a titolo di spese legali.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata