Notizie | Commenti | E-mail / 03:04
                    








Lunedì non si riapre quasi nulla, la Sicilia resta arancione

Scritto da il 23 aprile 2021, alle 14:33 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, IN EVIDENZA, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Lunedì 26 aprile in Sicilia non si riapre quasi nulla. La Regione perde il treno della ripartenza, almeno per questa settimana. All’indomani della proroga della zona rossa di Palermo arriva anche la scelta nazionale
Cinque le regioni che restano al palo causa contagi troppo alti
Potrebbero essere 14 le regioni e 2 province autonome ad andare in zona gialla come previsto dal decreto riaperture a partire dal 26 aprile. Nessun regione dovrebbe restare rossa e cinque sarebbero arancioni. Fra queste ultime ci sarebbero la Basilicata, la Calabria, la Sicilia, la Valle d’Aosta e la Sardegna per la quale ci sono però ancora alcuni dubbi. Diventerebbero gialle: Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Marche, Piemonte, Pa Bolzano, Pa Trento, Puglia, Toscana, Umbria e Veneto. Lo spostamento sarà deciso sulla base del monitoraggio all’esame della cabina di Regia.
Nella Sicilia arancione 66 zone rosse
Con i nuovi provvedimenti assunti da ieri sera i comuni in zona rossa in Sicilia passano dai 124 (tanti erano fino a ieri) a 66 complessivi fra chi esce e i nuovi ingressi. In pratica un dimezzamento delle misure restrittive. Fra una settimana la nuova analisi della situazione per valutare l’eventuale uscita anche di Palermo che rimane in zona rossa fino al 28 aprile insieme a 22 comuni del comprensorio
L’ultimo report di prevalenza
L’ultimo report di prevalenza indica che Palermo è la città che conta più casi su tutto il territorio provinciale (4.092, a fronte dei 4.559 del report precedente). Inoltre, sempre i dati aggiornati al 16 aprile, certificano che i ricoverati tra Palermo e provincia sono 561, rispetto ai 462 della settimana prima. Quanto alla distribuzione dei casi nei quartieri del capoluogo, la quinta circoscrizione, fino al 16 aprile, contava il maggior numero di attuali positivi (693); al 9 aprile, in quest’area della città, i contagi erano 773 e si trattava comunque dell’area a maggior presenza di casi Covid. La prima circoscrizione, invece, si conferma quella con il minor numero di contagiati (191 al 16 aprile, a fronte dei 263 della settimana precedente).



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata