Notizie | Commenti | E-mail / 23:05
                    








E’ quasi certo, la Sicilia resta in zona arancione fino al 16 maggio

Scritto da il 7 maggio 2021, alle 07:28 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La Sicilia, a meno di sorprese dell’ultima ora, dovrebbe rimanere in arancione almeno fino al prossimo 16 maggio. La certezza si avrà solo venerdì 7 maggio quando saranno resi noti i dati del monitoraggio che vedrà comunque quasi tutta la l’Italia diventare gialla e quindi con ristoranti e bar con tavoli all’aperto a pranzo e a cena, cinema teatri e musei aperti sia pure con capienza limitata e spostamenti liberi verso le altre regioni (a patto che siano gialle).

Per la Sicilia il ritorno al giallo è dunque rimandato: l’ultimo Rt era a 1,02 e il rischio assegnato dell’Iss era considerato moderato. Le norme prevedono che per diventare gialli bisogna avere per almeno due settimane consecutive con l’Rt sotto 1 (o il rischio considerato basso).

Cala, e si attesta al 28%, anche la percentuale dei posti letto occupati da pazienti Covid nei reparti ospedalieri ordinari, che restano quindi ben al di sotto della soglia di allerta individuata dal Ministero della Salute (che in questo caso è il 40%). Il valore lo scorso 27 aprile era al 32%. La Sicilia ha un tasso di occupazione del 18% , tra i più bassi del Paese.

Questo, nel dettaglio, il tasso di occupazione delle terapie intensive e dei reparti ordinari di area medica non critica nelle varie Regioni e Province autonome: Abruzzo (16% intensive, 24% reparti ordinari); Basilicata (9%, 36%); Calabria (25%, 44%); Campania (20%, 34%); Emilia Romagna (28%, 24%); Friuli Venezia Giulia (19%, 15%); Lazio (28%, 32%); Liguria (28%, 24%); Lombardia (37%, 30%); Marche (32%, 32%); Molise (23%, 13%); PA di Bolzano (7%, 10%); PA di Trento (21%, 13%); Piemonte (28%, 33%); Puglia (33%, 41%); Sardegna (21%, 21%); Sicilia (18%, 29%); Toscana (38%, 24%); Umbria (21%, 22%); Valle d’Aosta (30%, 16%); Veneto (14%, 15%).

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata