Notizie | Commenti | E-mail / 22:41
                    








Riaprono i centri commerciali e da lunedì tutta Italia in giallo, le regole della ripartenza

Scritto da il 23 maggio 2021, alle 07:26 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia, IN EVIDENZA, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

E’ il primo vero Week-end della ripartenza. Riaprono i centri commerciali, si torna a fare sport di base, si preparano le regole per le cerimonie all’aperto senza limiti di ospiti.
Da lunedì Italia tutta in giallo. La conferma arriva dal monitoraggio settimanale del ministero della Salute che cambia il colore dell’unica regione rimasta in arancione, la Valle d’Aosta. E dati incoraggianti arrivano anche dal bollettino quotidiano che segnala una discesa del tasso di positività, delle terapie intensive e dei ricoveri, per la prima volta da ottobre sotto quota 10mila.
Si riapre
Numeri che spingono verso le riaperture: oggi tocca ad impianti sciistici e centri commerciali (finora chiusi nel weekend), lunedì sarà la volta delle palestre. “Dopo un anno e mezzo – ha detto il premier Mario Draghi – stiamo iniziando a vedere la fine di questa tragedia. Per la prima volta, la normalità si avvicina”.
Il green pass per il turismo e per fare quasi tutto
E si accelera sul Green pass in vista della stagione delle vacanze. “L’Italia – ha spiegato Draghi – sarà aperta ai turisti di tutto il mondo, con un suo Green pass. Ci stiamo coordinando con la Commissione europea per avere lo stesso” certificato degli altri Paesi Ue, ma “intanto avremo il nostro per consentire ai turisti di visitarci”. Il premier invita poi alla prudenza sulle mascherine: toglierle? “ancora no, ancora un paio di mesi….”., risponde ai fotografi al termine del Global Health summit.

L’indice Rt nazionale è sceso a 0.78 contro lo 0.86 della scorsa settimana, mentre nessuna regione supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva (19%) o area medica. Gli intubati sono 1.469, i ricoverati sono per la prima volta da ottobre scesi sotto i 10 mila (9.925). Il dato di morti nelle ultime 24 ore (218) è gonfiato dalle 86 vittime registrate nei mesi scorsi in Campania e conteggiate oggi. Complessivamente i decessi sono saliti a 125.028. Il tasso di positività è sceso all’1,9%. E di quadro “in deciso miglioramento” parla anche il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro.
Obiettivo zona bianca
L’obiettivo ora è la zona bianca, che alcune regioni ‘vedono’ per la prima settimana di giugno. Scaldano i motori, in particolare, quelle che hanno già meno di 50 casi su 100mila persone: sono 7 contro le 3 della settimana precedente. A quel punto resterebbero in vigore soltanto obbligo della mascherina, distanziamento, areazione e sanificazione.
In attesa del ‘bianco’ valgono però le regole del ‘giallo’. E, dunque, coprifuoco alle 23 (sarà il primo weekend con il limite allungato di un’ora). Dal 7 giugno ci sarà poi l’ulteriore prolungamento fino alle 24, fino ad arrivare all’eliminazione definitiva della misura il 21 giugno.

Le riaperture
E porte aperte, già da questo fine settimana, per i centri commerciali dopo mesi di stop.  Al via anche gli impianti sciistici, per chi vorrà sfruttare l’ultima neve della stagione. Sulle Dolomiti ne tornano in funzione ben 118 dopo un anno ‘sabbatico’. Il calendario delle prossime riaperture fissato dall’ultimo decreto legge prevede ora le palestre da lunedì; bar e ristoranti al chiuso dal primo giugno; matrimoni, parchi tematici e centri congressi dal 15; corsi di formazione, sale giochi, centri benessere e piscine al chiuso dal primo luglio.

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata