Notizie | Commenti | E-mail / 22:43
                    








Campobello di Licata, verifiche sul reddito di cittadinanza

Scritto da il 1 giugno 2021, alle 07:28 | archiviato in Campobello Di Licata, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

L’Esecutivo Picone, con deliberazione della giunta municipale,  ha esitato il piano delle verifiche e controlli anagrafici sulla composizione del nucleo familiare dichiarato ai fini Isee nell’ambito del reddito di cittadinanza, nonché la presa d’atto della deliberazione del comitato dei sindaci del Distretto socio-sanitario nonché la deliberazione  sul progetto del sistema informatizzato integrato. Nel corso dei lavori dell’organo di Giunta – riunitasi a pieno organico -, l’esecutivo, altresì, ha approvato la delibera  di concedere alla parrocchia San Giovanni Battista il  contributo di 3 mila euro, per la realizzazione di manifesti, installazione di luminarie e affitto dell’impianto di amplificazione per la festa del patrono San Giovanni Battista, durate la quale verrà celebrata la prima messa di don Gioacchino La Rocca, giovane campobellese ordinato sacerdote, a distanza di molti anni (più di 40 anni) dall’ultima ordinazione sacerdotale  del campobellese reverendo padre Angelo Burgio, missionario.

Giovanni  Blanda



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



10 Risposte per “Campobello di Licata, verifiche sul reddito di cittadinanza”

  1. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Ich suche Arbeit = Quando lo trovi, dimmelo che ci vengo anch’io !

  2. Cittadino ha detto:

    Interessante iniziativa sul reddito di cittadinanza… si narra di finte separazioni coniugali per poter ottenere il parassitario sussidio… staremo a vedere se i controlli producano effetti ma sono dubbioso…

  3. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Che in Italia, più di qualcuno è contro il RDC. Lo è da quando è nato !
    Su questo, non ci piove !
    In RDC, si entra con l’ ISEE. L’ ISEE, vuol dire, Stato italiano !
    La mia domanda è :
    Facciamo a cambio ?

  4. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Chi sono io ?
    Io sono una persona, che nel 1978, a 15 anni di età, viveva ed abitava da solo a Campobello di Licata (AG). E con uno stipendio di una media di 300 mila lire al mese, dovevo governare :
    La scuola. La casa. Me !

  5. Cittadino ha detto:

    Se un coniuge senza reddito ne proprieta si separa dall altro (abbiente) avrà un isee pari a zero e potrà accedere al rdc… e la truffa è fatta… se l’ isee è Italia… io non voglio più essere italiano

  6. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Un cittadino è un abitante o residente in uno Stato del quale possiede la cittadinanza avendone i conseguenti diritti e i doveri.[1]

    Origini

    Tale definizione ha origine dalle antiche città stato e specialmente a Roma. Chi era cittadino di Roma, e quindi ne aveva o ne conseguiva la cittadinanza, era tutelato e si considerava protetto e intoccabile in ogni luogo dell’impero e anche nelle città straniere. Il conseguimento dello status di Cittadino romano fu considerato a lungo un privilegio e l’aspirazione ad esserlo, da parte degli abitanti delle zone sotto il dominio romano, fu anche oggetto di aspre contese tra Roma e le altre popolazioni italiche.

    All’epoca dei comuni il termine identificava quella classe sociale superiore ai popolani ma inferiore ai nobili.[1]

  7. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Chi non ha una storia da raccontare, vuol dire, che non solo non ha mai vissuto. Ma anche che non ha nulla da dire !

  8. Altro cittadino ha detto:

    Controllare anche le auto in uso dei beneficiari del reddito, anche se non sono intestate a chi le usa. I 5 stelle hanno fatto un errore madornale, questi aiuti andavano dati ai lavoratori, a chi produce un reddito, a chi crea opportunità di lavoro!
    Ci sono cittadini che hanno il reddito di cittadinanza e posseggono il cavallo.

  9. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    In Italia , il RDC, e’ nato male . E in Italia , prima dei 5 Stelle, una cosa del genere non esisteva . Quando in altri Stati , esiste da decenni !
    Cose del genere non dovrebbero appartenere ad un solo Movimento/Partito Politico. Ma a tutte le forze politiche che riscaldano la sedia a Roma . Perche’ con discorso del genere , andiamo sul Sociale. E il Sociale riguarda tutti !

  10. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Io non credo che il RDC, sia un contratto di lavoro con lo Stato italiano, a 500 euro al mese.
    Che qualcuno vuole usare questa forza lavoro, come tappa buchi.
    Al mio paese, cose del genere, si chiamano, sfruttamento !

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata