Notizie | Commenti | E-mail / 04:42
                    










Spettacoli al Teatro greco di Siracusa, concerti di De Gregori e Alice

Scritto da il 22 giugno 2021, alle 06:40 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia, musica. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Sul palco del Teatro greco di Siracusa, al termine delle rappresentazioni classiche, saliranno i cantanti. Il primo ad esibirsi sarà Francesco De Gregori, il 28 di agosto, a seguire, il 3 settembre, ci sarà il concerto di Alice, che sarà un tributo a Franco Battiato, il cantautore siciliano scomparso recentemente. Ad organizzare l’evento il Comune di Siracusa ed è stato il sindaco, Francesco Italia, a dare l’annuncio. “Siracusa ospiterà due grandi eventi di musica italiana al termine della stagione degli spettacoli classici della Fondazione Inda.
“L’allestimento della platea sarà quello dell’Inda e quindi chiederemo la conferma dei 3000 posti. I concerti saranno inseriti in un cartellone regionale che si chiama Anfiteatro Sicilia, coordinato dalla Regione che è la titolare del Teatro attraverso il Parco” spiega a BlogSicilia l’assessore alla Cultura di Siracusa, Fabio Granata.

Il Teatro greco come motore economico e culturale
Dopo il “fermo” del 2020, il Teatro greco torna ad essere non solo il motore culturale della città ma anche quello economico, legato in particolare alla filiera turistica. Nei mesi scorsi, l’assessore alla Cultura Fabio Granata e poi nei giorni scorsi, in occasione della presentazione degli spettacoli classici, il sindaco di Siracusa, hanno snocciolato dei numeri, soprattutto connessi al ciclo delle rappresentazioni organizzate dalla Fondazione Inda.
Il volume di affari per la Sicilia
Producono un volume di affari, su scala regionale, di circa 20 milioni di euro. Soldi che entrano nelle tasche degli operatori economici dell’isola, da quelli che lavorano nel settore dei trasporti alla ristorazione.

Il 3 luglio gli spettacoli classici
La stagione delle rappresentazioni classiche, al Teatro greco di Siracusa ricomincerà con la messa in scena della tragedia Coefore ed Eumenidi.  Come nel 1921 quando gli spettacoli tornarono nell’antica cavea con Coefore, dopo sette anni di assenza, a causa della Prima guerra mondiale e ad un’altra influenza letale, la “spagnola”.

Dal 3 luglio al 21 agosto 2021 saranno tre le produzioni in scena: Coefore Eumenidi di Eschilo per la regia di Davide Livermore nella traduzione di Walter Lapini, Baccantidi Euripide diretta da Carlus Padrissa con la traduzione di Guido Paduano, e la commedia Nuvoledi Aristofane per la regia di Antonio Calenda con la traduzione di Nicola Cadoni.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata