Notizie | Commenti | E-mail / 12:45
                    








Abusivismo edilizio, assolto l’ex sindaco di Licata

Scritto da il 21 luglio 2021, alle 07:04 | archiviato in Cronaca, Licata. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Katia La Barbera, ha disposto l’assoluzione – per particolare tenuità del fatto – l’ex sindaco di Licata, Angelo Cambiano. Quest’ultimo, diventato il simbolo della lotta contro gli abusivi negli scorsi anni nel popoloso centro agrigentino, era finito a processo preferendo opporsi al pagamento di una sanzione amministrativa di 6.800 euro. Cambiano è difeso dagli avvocati Francesco Carita e Daniele Vecchio.

La vicenda risale al 12 maggio del 2016 dopo un’ispezione dei vigili urbani che contestarono la realizzazione, nell’immobile di contrada Olivastro, in assenza di titolo abitativo edilizio” la “copertura mediante manto di tegole di un persistente pergolato con conseguente aumento di volumetria e modifica del prospetto dell’edificio”.

Nelle motivazioni dell’assoluzione si legge: “L’imputato, era assurto agli onori delle cronache, anche nazionali, per la sua ferma opposizione contro I’abusivismo edilizio nel territorio licatese, non esitando ad ordinare l’ottemperanza agli ordini di demolizione, ed il suo impegno nella lotta all’abusivismo vedeva contrapposti quanti lo sostenevano a coloro che invece erano destinatari dei provvedimenti demolitori”

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata