Notizie | Commenti | E-mail / 04:23
                    










Quelli della Parnasso vincono il Premio Nazionale del Teatro “Michele Abbate”

Scritto da il 8 settembre 2021, alle 07:21 | archiviato in Campobello Di Licata, Costume e società, Cronaca, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Nella suggestiva cornice del Teatro “Margherita” di Caltanissetta, si è concluso il Premio Nazionale di Teatro “Michele Abbate”, organizzato dal Teatro Stabile Nisseno di Caltanissetta per la direzione artistica di Giuseppe Speciale.

Questa la motivazione redatta dalla Giuria Tecnica e dalla Giuria Popolare:

PREMIO MIGLIORE SPETTACOLO
VOTO NUZIALE
di Calogero Valerio Ciotta – Compagnia “Quelli della Parnasso” Campobello di Licata (AG) – Regia: Lillo Ciotta

Si inserisce con merito nel filone classico della Commedia degli equivoci presente con notevoli variazioni sia nel teatro greco che in quello latino.
La commedia premiata utilizza con effetti molto gradevoli l’esperimento letterario e scenico che crea situazioni teatrali ricche di equivoci e confusione.
Il teatro ed il cinema moderno hanno trovato modi e tempi per fare ridere con gusto il pubblico con commedie di tal genere. Classica e divertente commedia degli equivoci è il film italiano “Scusate se esisto” con Paola Cortellesi e Raoul Bova.
Autori nei secoli della commedia degli equivoci ovvero della identità scambiata sono stati Plauto, Shakespeare e Goldoni.
Molto conosciuta e celebrata la commedia “Taxi a due piazze”, di autore inglese, che in Italia ha avuto una rappresentazione popolarissima al teatro Sistina con Dorelli e la Quattrini protagonisti.
Tutto questo preambolo per evidenziare che in “
Voto nuziale” ci troviamo di fronte ad un testo, che pur leggero e brillante, ha una sua classicità.
Un testo articolato e complesso che proprio per i continui equivoci e scambi di identità presenta non poche difficoltà per la regia e per l’inserimento degli attori.
Sono coinvolti nella comica vicenda ben undici personaggi che movimentano dall’inizio alla fine la scena con l’intervento finale sorprendente del regista che nell’apparente critica e demolizione dello spettacolo ne esalta e mette in rilievo astutamente il suo carattere popolare e sanguigno e la sarabanda dei personaggi.
Non trascurabili inoltre l’ambientazione, gli arredi, le scene molto curate,
nonché il visibile e lodevole impegno degli attori.
Per queste considerazioni e per questi motivi la giuria tecnica e la giuria popolare ritengono la Compagnia “Quelli della Parnasso” degna del “Premio Michele Abbate “.

Lillo Ciotta:

Questo premio ci sorprende e ci rende felici, soprattutto perché, ci siamo confrontati con compagnie di professionisti. Ricevere i sinceri complimenti da parte loro, gratifica tutto il lavoro che c’è dietro la realizzazione di uno spettacolo teatrale, anche se amatoriale.

E’ doveroso ringraziare le due giurie, il Teatro Stabile Nisseno, il direttore artistico Giuseppe Speciale, il sindaco di Caltanissetta Roberto Gambino e quanti hanno lavorato affrontando mille difficoltà per la realizzazione del Festival.

Il ringraziamento va soprattutto a tutti i componenti della mia compagnia, dai tecnici agli attori, che hanno creduto ciecamente in quest’opera e che hanno sacrificato il loro tempo libero al “Teatro”.

Grazie ancora all’amministrazione comunale di Campobello di Licata, al sindaco Giovanni Picone, ai nostri sponsor che da sempre hanno sostenuto le nostre proposte culturali, e al nostro pubblico affezionato che da diversi decenni fedelmente ci sostiene.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata