Notizie | Commenti | E-mail / 10:50
                    








Campo (M5S Ars): “ Sicurezza del trasporto pubblico locale, nessuna notizia dalla Regione. Rischio caos all’apertura delle scuole, la Regione si muova”

Scritto da il 15 settembre 2021, alle 06:00 | archiviato in Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La riapertura della scuola è alle porte, ma dalla Regione non trapela la benché minima notizia sull’aggionamento del piano per il trasposto pubblico locale. Temiamo il caos, la Regione batta un colpo”

Lo afferma la deputata regionale del M5S Stefania Campo, che per avere notizie sulla tematica ha depositato un’interrogazione all’Ars.

Secondo le linee ministeriali – dice Campo – le Regioni entro il 2 settembre avrebbero dovuto aggiornare i propri piani di trasposto pubblico, ma dagli uffici dell’assessore Falcone non trapela assolutamente nulla. Nessuna linea guida è stata comunicata a pochissimi giorni dal via alle lezioni, e questo è inammissibile”.

Tantissimi – sottolinea Campo – sono i nodi che andrebbero sciolti, a partire dal ripristino dei controlli per garantire la sicurezza dei passeggeri, controlli per i quali il governo nazionale ha garantito specifici stanziamenti. Ci chiediamo, ad esempio, quale sarà il potere dei controllori, che andrebbe ampliato, visto che non sono pubblici ufficiali”.

Tutto lascia prevedere – continua la deputata – il prefigurarsi di un enorme caos sui bus che trasporteranno gli studenti pendolari degli istituti superiori da una città all’altra senza il rispetto delle misure minime di contenimento del rischio, ovvero: un coefficiente massimo di riempimento non superiore all’80 per cento, il necessario e costante ricambio dell’aria, l’igienizzazione, sanificazione e disinfezione dei treni e dei mezzi pubblici, il controllo dell’obbligo per tutti di indossare mascherine e, poi, salita e discesa dei passeggeri secondo flussi separati”.

Per evitare sovraffollamene dei mezzi, secondo la parlamentare, parte del flusso dei pendolari andrebbe spostato dai bus ai treni.

Lo abbiamo chiesto cento volte – dice Campo – ma non ci hanno mai ascoltato. Con un minimo di buona volontà si potrebbe pianificare un moderno sistema di coincidenze fra orari di partenza e di arrivo dei treni con gli orari di ingresso al lavoro e a scuola. Non sono richieste impraticabili sono, e restano, esigenze di migliaia e migliaia di cittadini, giovani e adulti, che desidererebbero vivere in un’Isola ‘normale’, viaggiando in condizioni idonee e al passo coi tempi, così come avviene nel resto d’Europa”.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata