Notizie | Commenti | E-mail / 20:38
                    










Il Ponte sullo Stretto “si può fare”, le ragioni degli esperti

Scritto da il 28 settembre 2021, alle 06:24 | archiviato in Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Un convegno con esperti di settori diversi per illustrare l’importanza di uno dei progetti italiani più ambiziosi della storia moderna e contemporanea: il Ponte sullo Stretto di Messina. Un’infrastruttura di cui si discute da tantissimo tempo e su cui il dibattito è oggi più che mai aperto.
Il convegno all’Università di Palermo
Il titolo dell’incontro è “Il ponte di Messina: perché e come si può fare”. La conferenza, organizzata dall’Ordine degli Architetti di Palermo in collaborazione con l’Università di Palermo che ospita l’evento, si terrà mercoledì 29 settembre 2021 alla Sala Margherita De Simone, presso il Dipartimento di Architettura (Edificio 14 di Viale delle Scienze), a partire dalle ore 15.
Allo stesso tavolo, alcuni tra i massimi esperti in materia, in prima linea negli studi di progettazione dell’opera.

“Sarà un’occasione per analizzare il tema sotto vari aspetti da quelli strutturali, a quelli urbanistici, trasportistici e socio economici. Alla fine delle relazioni apriremo il dibattito”, dice il Presidente dell’Ordine degli Architetti che modererà il confronto. Sugli aspetti strutturali interverranno gli ingegneri , un’autorità internazionale in materia di ponti, componente del Comitato scientifico della “Ponte Stretto di Messina SpA” e che ha fatto parte del gruppo di progettazione del Ponte. Degli aspetti urbanistici, parlerà l’architetto che ha fatto parte del gruppo di studio sugli aspetti urbanistici, paesaggistici e territoriali del Ponte di Messina. L’ingegnere affronterà invece tutti gli aspetti trasportistici e il professore , da sempre fautore della realizzazione di questa grande opera, illustrerà i vantaggi che l’infrastruttura potrebbe determinare per l’economia del Paese. Ingresso solo esibendo il green pass.
Enzo Siviero, ingegnere, professore emerito di “Ponti e grandi strutture”, rettore dell’Università eCampus, tra i maggiori esperti della materia, direttore della rivista “Galileo” e componente del Comitato scientifico della “Ponte sullo Stretto di Messina SpA”, la società che dal 1981 al 2013 si è occupata della progettazione e dell’appalto del Ponte sullo Stretto di Messina.

Fabio Brancaleoni, ingegnere, professore ordinario di Scienza delle Costruzioni, in quiescenza. Consulente GPM per gli studi di fattibilità del Ponte (1974-1979), consulente Stretto di Messina SpA per studi di fattibilità, progetto di massima, progetto di gara (1982-2002), consulente Eurolink per il progetto definitivo (2007-2011).

Iano Monaco
Francesca Moraci, architetto, urbanista, professore ordinario alla Facoltà di Architettura dell’Università di Reggio Calabria, che per conto della società “Ponte Stretto di Messina SpA”, ha studiato gli aspetti urbanistici, territoriali e ambientali connessi alla realizzazione dell’opera.

Pietro Busetta, economista e professore in quiescenza di Statistica economica all’Università di Palermo che sulla questione meridionale e la necessità del Ponte di Messina per il rilancio dell’economia italiana ha all’attivo diverse pubblicazioni (l’ultima “Il lupo e l’agnello”, Rubettino Editore, 2021).

Roberto Di Maria, ingegnere, esperto dei trasporti ha curato gli aspetti trasportistici della realizzazione del Ponte di Messina.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata