Notizie | Commenti | E-mail / 05:37
                    








Cacciatori si oppongono agli ambientalisti, nuovo ricorso al TAR Sicilia

Scritto da il 18 ottobre 2021, alle 06:52 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Con ricorso proposto nel mese di agosto 2021 le Associazioni Legambiente Sicilia, WWF Italia Onlus e LIPU hanno adito il TAR Sicilia – Catania e impugnato il Decreto Assessoriale con cui l’Assessorato Regionale per la Regione Siciliana all’Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea ha approvato il calendario venatorio 2021/2022.

Al fine di difendere la legittimità del calendario venatorio, l’UN.A.VE.S. (Unione Associazioni Venatorie Siciliane) ha conferito incarico agli Avvocati Girolamo Rubino e Massimiliano Valenza del foro di Palermo, che spiegheranno difese nel predetto giudizio, pendente dinanzi al TAR Sicilia, sede di Palermo.

Il nuovo ricorso al TAR
Già nel corso del 2018 il CGA, sulla scorta delle difese di UN.A.VE.S. aveva nominato un Consulente Tecnico con il compito di valutare se le previsioni del calendario venatorio regionale non in linea con il parere ISPRA (Istituto Superiore Protezione e Ricerca Ambientale) fossero legittime.

Nel 2020, inoltre, sulla scorta delle difese di UN.A.VE.S., assistita sempre dagli avvocati Rubino e Valenza, il CGA aveva accertato che “il parere dell’ISPRA non contemplava alcuno specifico vincolo che dalla Regione possa dirsi immotivatamente inosservato”. In tal modo, il CGA aveva posto un ulteriore importante paletto a contenimento delle pretese delle associazioni ambientaliste.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata