Notizie | Commenti | E-mail / 07:20
                    








Il Tar Sicilia Palermo salva la guardia giurata dall’illegittimo operato della questura

Scritto da il 21 gennaio 2022, alle 07:23 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Con ordinanza n. 44/2022, il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia – Palermo ha sconfessato l’operato della Questura di Agrigento che avevano disposto il ritiro cautelare delle armi e munizioni regolarmente denunciate nonché del titolo autorizzativo alla detenzione delle stesse, operato ai sensi dell’art. 39 TULPS” in danno di una guardia particolare giurata, in forza ad una nota azienda che svolge il servizio di metronotte.

Ed infatti, un po’ di mesi addietro, la guardia giurata, durante le ore di servizio presso una p.a., sarebbe stata sorpresa e fotografata da un utente dell’amministrazione mentre faceva visionare la propria pistola d’ordinanza, previamente privata dalle munizioni, ad un minore.

L’utente della p.a. avrebbe provveduto a trasmettere un esposto anonimo alla Direzione Provinciale della p.a. nonché alla società presso la quale la guardia giurata prestava servizio.

Trascorsi cinque mesi dal verificarsi dei fatti, la Questura di Agrigento ha adottato un provvedimento di ritiro cautelare delle armi e delle munizioni, nonché del titolo autorizzativo alla detenzione dell’effetto.

In conseguenza del provvedimento adottato, la società presso cui lavora la guardia giurata aveva disposto la sospensione dal servizio e dalla retribuzione, comunicando altresì al dipendente che, ove esso non fosse rientrato in possesso dei titoli autorizzativi allo svolgimento della guardia entro 180 giorni, la stessa avrebbe provveduto a risolvere il rapporto di lavoro con conseguente licenziamento.

La guardia giurata si è però rivolta allo Studio Legalit – Avvocati Associati, in persona degli Avv.ti Giovanni Puntarello e Paola Saladino che, hanno promosso un apposito ricorso al competente Tribunale Amministrativo, evidenziando l’illegittimità del provvedimento impugnato.

Le tesi dei legali, sono state condivise dal giudice di primo grado che ha sospeso gli effetti del provvedimento impugnato.

In particolare, il TAR, ha ritenuto fondate le argomentazioni degli Avv.ti Puntarello e Saladino che hanno evidenziato come l’impugnato ritiro cautelare delle armi (adottato a distanza di circa cinque mesi dal verificarsi dei fatti contestati al ricorrente) non risulta supportato dal presupposto dell’urgenza, necessario ai sensi dell’art. art. 39, c. 2, del r.d. n. 773 del 1931.

Dopo l’emissione dell’ordinanza del TAR, resa martedì 18/01/2022, la guardia giurata attende di essere ripreso in servizio presso la società per cui ha lavorato.

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata