Notizie | Commenti | E-mail / 06:23
                    








Accusata di truffa per il reddito di cittadinanza: assolta 41enne

Scritto da il 13 maggio 2022, alle 07:10 | archiviato in Agrigento, Costume e società, Cronaca, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Fulvia Veneziano, ha disposto l’assoluzione “perchè il fatto non sussiste” nei confronti di una 41enne agrigentina, accusata di truffa finalizzata all’ottenimento del reddito di cittadinanza.

La donna, difesa dall’avvocato Giuseppe Zucchetto, era finita a processo nel dicembre 2021 in seguito ad una ispezione effettuata dalla Guardia di Finanza. In particolare all’imputata si contestava il fatto di aver omesso di dichiarare ricavi derivanti da alcune vincite di scommesse online per un importo di oltre 30 mila euro.

Circostanza che la difesa ha contestato fin dall’inizio del dibattimento sostenendo che tale movimento di soldi non fosse riconducibile alla donna e che, anzi, la stessa fosse stata vittima di un furto di dati e delle credenziali del portale come denunciato nel gennaio scorso.

Il tribunale ha accolto la tesi difensiva rimarcando peraltro che, a prescindere dalla presunta appropriazione dei dati ad opera di ignoti, l’incremento patrimoniale della donna è comunque al di sotto della soglia per l’ottenimento del sussidio considerato che l’importo giocato è poco inferiore rispetto a quello vinto. Per tali ragioni il giudice ha assolto la 41enne disponendo l’immediata restituzione del reddito di cittadinanza in favore della stessa.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata