La Regione Siciliana ha pubblicato il nuovo bando rivolto ai soggetti privati e finanziato con i fondi del PNRR che prevede contributi a fondo perduto per il recupero e la valorizzazione di edifici storici rurali e per la tutela del paesaggio rurale.

Ad annunciarlo il Sindaco di Licata Giuseppe Galanti e l’Ufficio Europa dell’Ente.

Il Bando prevede il finanziamento degli interventi mirati al recupero di edifici storici quali casali, masserie, frantoi, stalle e mulini, ma anche chiese rurali ed edicole votive, e ancora muretti a secco, fontane, pozzi e altre strutture tipiche del paesaggio rurale siciliano e testimonianza dell’economia agricola tradizionale, allo scopo di tutelare e valorizzare i beni della cultura materiale e immateriale e di ripristinare la qualità paesaggistica dei luoghi, nonché di promuovere nuove iniziative e attività legate alla fruizione turistico-culturale sostenibile e legate alle tradizioni e alla cultura locale.

Il contributo è concesso fino ad un massimo di 150mila euro come forma di cofinanziamento per un’aliquota dell’80% ed è portato al 100% se il bene è oggetto di dichiarazione di interesse culturale.

Possono presentare domanda di finanziamento persone fisiche e soggetti privati, compresi gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti, enti del terzo settore e altre associazioni, fondazioni, cooperative, imprese in forma individuale o societaria che siano proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili appartenenti al patrimonio culturale rurale.

Non sono ammissibili gli interventi riguardanti beni localizzati nei centri abitati.

Le domande possono essere inviate fino alle ore 16:59 del 20 maggio 2022.