Notizie | Commenti | E-mail / 10:30
                    








Aumento indennità sindaci e assessori, l’Asael contro la Regione “Dissenso per questa norma”

Scritto da il 18 giugno 2022, alle 06:24 | archiviato in Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“Esprimiamo dissenso e disapprovazione verso la norma della legge di stabilità regionale che consente l’aumento delle indennità dei sindaci e assessori a svantaggio delle risorse comunali e quindi dei servizi erogati dai Comuni. Siamo davanti all’ennesimo caso di disuguaglianza territoriale”. Ad affermarlo è Matteo Cocchiara presidente dell’Asael, Associazione siciliana amministratori enti locali, all’indomani dell’iniziativa di formazione organizzata dall’associazione che ha chiamato gli amministratori locali per una lettura della recente legge finanziaria regionale.

La legge di stabilità regionale, infatti, ha introdotto una norma che vorrebbe consentire l’aumento delle indennità di sindaci, assessori e consiglieri comunali facendo riferimento ad una legge sullo stesso argomento varata dallo Stato. Ma i primi ad essere critici con la nuova legge regionale sono gli stessi amministratori siciliani che si sono visti “contenti e gabbati”. Mentre infatti la legge statale ha stanziato un apposito fondo di 110 milioni che consentirà a ciascun Comune “del resto d’Italia” di avere una somma per aumentare gli stipendi degli amministratori locali, in Sicilia la Regione ha deciso invece di operare diversamente. Se sindaci e assessori vorranno guadagnare di più dovranno togliere queste cifre dai servizi o dalle altre spese della comunità amministrata.

“È chiaramente – commenta Cocchiara – una soluzione inaccettabile. Anche in questo caso l’autonomia speciale diventa un nocumento per l’Isola e per gli enti locali isolani. Auspichiamo che il parlamento siciliano possa tornare sui suoi passi stanziando le risorse necessarie per evitare l’ennesimo caso di sperequazione territoriale. E d’altronde – aggiunge il presidente dell’Asael – nella manovra non manca qualche elemento positivo come la norma che consente il rimborso delle spese giudiziali agli amministratori sottoposti a giudizio e riconosciuti non colpevoli per fatti commessi nell’esercizio delle loro funzioni istituzionali. La formazione della manovra – conclude Cocchiara – ha spiegato che, quando si vuole, la politica sa trovare le soluzioni. Questa volta lo scatto da parte di tutto il parlamento siciliano sia fatto nei confronti di tutti gli amministratori, eliminando questa grave sperequazione che fa apparire la specialità statutaria siciliana un passo indietro e non uno in avanti”.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



4 Risposte per “Aumento indennità sindaci e assessori, l’Asael contro la Regione “Dissenso per questa norma””

  1. Cittadino ha detto:

    Poverini non è giusto che vengano mortificati così, se fosse necessario aumentiamo ancora di più le tasse ai cittadini purchè venga dato loro il “dovuto” aumento previsto da Draghi. Rimango colpito da come i sindaci, gli assessori e in particolar modo i “presidenti dei consigli comunali” abbiano servito i cittadini del Comune di Campobello di Licata.

  2. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Domanda :
    Nel Comune di Campobello di Licata, si accerta o si accetta ?

    Che cosa si intende per danno erariale ?
    Il danno erariale è la lesione all’interesse pubblico finanziario arrecata da un pubblico dipendente o da un soggetto collocato di fatto all’interno della fase decisionale del procedimento amministrativo, per la quale si radica la giurisdizione della Corte dei conti.

  3. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Campobello di Licata.
    Scusi, lei è un Tecnico ?
    Io, si.
    E lei ?
    Io da quello che so, in Italia ai Politici, i Tecnici, non piacciono tanto !

  4. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Campobello di Licata.
    Rifiuto di atti d’ufficio o abuso d’ufficio ?
    Se io proprietario di terreno edificabile, ti vengo a fare visita, con tanto di documenti, e ti dico, che qualcuno sta combinando qualcosa che non mi piace.
    Tu cosa fai ?

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata