Notizie | Commenti | E-mail / 10:28
                    








Cugini uccisi nel Catanese: fermato agricoltore, ha confessato

Scritto da il 24 giugno 2022, alle 00:39 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

C’è un fermo per il duplice omicidio di Acireale: si tratta di un uomo sui settanta anni, Giuseppe Battiato, proprietario terriero del fondo in cui sono stati trovati i due cugini assassinati a colpi d’arma da fuoco. Nella notte l’uomo ha confessato di avere sparato ai due.

Risolto in tempi rapidissimi, dunque, il caso dei due cugini uccisi.

Non si trovavano per caso in quel fondo agricolo dove sono stati trovati morti i trentenni Vito Cunsolo e Virgilio Cunsolo Terranova, assassinati a colpi d’arma da fuoco nelle campagne nella frazione Pennisi di Acireale. I carabinieri della compagnia del paese hanno sentito amici e parenti delle vittime molti dei quali, ieri, avevano cercato le vittime che due notti fa non sono rientrate a casa. Il sospetto degli investigatori è che si trovassero in quel casolare di via Roccamena per compiere dei furti di limoni. Ieri a tarda sera ad Acireale sono giunti molti conoscenti che abitavano al Villaggio Sant’Agata e per un po’ ci sono stati momenti di tensione con i militari dell’Arma. Vagliata sin da subito dagli inquirenti la posizione di alcuni proprietari della zona e di personaggi che in passato hanno assicurato la ‘guardiania’ di quella zona, coltivata prevalentemente a limoni. Diversi sono stati sentiti in caserma. Fino alla svolta e al fermo dell’agricoltore.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata