Notizie | Commenti | E-mail / 16:56
                    








In Sicilia frena l’agricoltura biologica, -17,4% di terreni coltivati

Scritto da il 14 luglio 2022, alle 06:40 | archiviato in Ambiente, Cronaca, cronaca sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La Sicilia continua a primeggiare tra le regioni per ettari di terreno coltivato a biologico anche se sta iniziando a perdere terreno. Come si legge sul Sole 24 Ore, lo confermano i dati Sinab presentati da Ismea nell’ambito del convegno “Appuntamento con il bio: l’agricoltura biologica del futuro” che si è tenuto a Roma mercoledì 6 luglio.

Per la Sicilia si tratta di un calo deciso degli ettari coltivati a biologico. Si parla di un -17,4% visto che si passati da 382.798 ettari a 316.147 ettari. Un calo spiegato con la “mancata copertura dell’impegno agroambientale e dei relativi pagamenti a superficie”. Si tratta del peggior risultato nel confronto tra 2021 e 2020 mentre ci sono regioni che crescono come Campania (+55%), Toscana (+25%) e Friuli-Venezia Giulia (+23%) e Toscana (+25%).

La distribuzione regionale degli operatori conferma ancora il primato della Sicilia con 11.128 operatori, seguita da Calabria e Puglia, con 10.400 e 9.232 operatori rispettivamente. Altre sono, invece, le regioni che nel 2021 registrano gli incrementi percentuali maggiori. Ben quattro presentano un aumento superiore al 15%: Basilicata (+32,5%), Campania (+26,5%), Friuli-Venezia Giulia (+21,9%) e Toscana, (+16,5%).

In Sicilia valore in controtendenza
In Italia, secondo i dati Sinab, la superficie biologica italiana aumenta del 4,4% arrivando a sfiorare i 2,2 milioni di ettari a fine 2021. Un valore in controtendenza rispetto a quello siciliano dove si registra un decremento. Tra le diverse coltivazioni bio crescono le colture permanenti (+3,5% nel complesso), con andamenti diversificati tra le diverse tipologie: si riducono gli agrumeti (arance -17,2% e limoni -0,8%) e rimangono sostanzialmente stabili i meleti bio (-0,4%) e gli oliveti (+0,5%) mentre aumentano i vigneti (+9,2%) e i noccioleti (+12,5%). Crescono anche le superfici investite a cereali (+2,8%) trainate soprattutto dai maggiori investimenti a grano duro e tenero, mentre risultano stabili le colture foraggere (-0,7%) e i prati e pascoli (-0,8%).

“Rileviamo quattro dati importanti – dice Angelo Frascarelli, presidente di Ismea –. Da una parte continuano a crescere la superficie e gli operatori bio con l’esplosione nel 2021 del settore vitivinicolo dall’altra l’incidenza sugli acquisti alimentari delle famiglie resta stabile al 3,9%. Lo sviluppo dell’agricoltura biologica è considerato tra i principali driver della transizione verde e la politica italiana ha deciso di aumentare il sostegno al bio, con un incremento di risorse di 720 milioni di euro nei prossimi 4 anni. In sintesi, cresce l’offerta e il ruolo politico-ambientale del bio, ma non cresce il consumo e il valore del mercato. Molte luci e qualche ombra: è necessaria una valutazione del ruolo del bio nella specificità italiana”.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata