Notizie | Commenti | E-mail / 16:00
                    








Malmenata e segregata a casa: arrestato 32enne

Scritto da il 6 agosto 2022, alle 06:04 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Scattato ieri l’arresto in flagranza nei confronti di un trentaduenne messinese ad opera dei poliziotti delle Volanti impegnati nel controllo del territorio. L’uomo è ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti, lesioni personali aggravate, sequestro di persona, riduzione in schiavitù. Vittima una donna, conosciuta giorni prima, con la quale il reo avrebbe avuto una relazione consensuale poi degenerata e trasformatasi in un incubo.

Ieri mattina, allertati da una segnalazione della stessa madre dell’autore, i poliziotti delle Volanti hanno sottoposto a controllo l’abitazione del messinese e individuato la vittima all’interno di una stanza chiusa a chiave dall’esterno. Evidenti i segni di violenza sulla donna che presentava diversi ematomi ed ecchimosi.

La ricostruzione dei fatti effettuata consentiva di evidenziare ripetute violenze fisiche e psicologiche a cui il trentaduenne, pluripregiudicato per reati contro la persona e il patrimonio, l’avrebbe sottoposta privandola della libertà personale. Documenti, carte di credito e telefono le sarebbero stati sottratti impedendole di allontanarsi o chiedere aiuto.

L’uomo è stato pertanto arrestato e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, trasferito presso la locale casa circondariale, in attesa di convalida dell’arresto da parte del GIP.

Lo stesso è stato altresì denunciato per i reati di maltrattamenti ed estorsione nei confronti della stessa madre, autrice della segnalazione e vittima a sua volta di ripetute richieste di denaro e di atti violenza se i soldi non venivano corrisposti.

Gli effetti personali di cui la vittima sarebbre stata privata sono stati rinvenuti nella parte superiore di un armadio e riconsegnati alla legittima proprietaria. Rinvenuta e sequestrata altresì una cintura con cui la donna sarebbe stata colpita più volte.

Resta fermo che, essendo il procedimento ancora nella fase delle indagini preliminari, in ossequio al principio di non colpevolezza, sarà svolto ogni ulteriore accertamento ritenuto necessario, anche nell’interesse dell’indagato.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata