Notizie | Commenti | E-mail / 06:00
                    








Sperona auto Carabinieri e investe militare, agrigentino arrestato dopo fuga

Scritto da il 23 settembre 2022, alle 07:14 | archiviato in Agrigento, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Ha speronato un’auto dei Carabinieri, investendo anche un militare che si era avvicinato per procedere alla sua identificazione, ed è fuggito ad alta velocità lungo le vie di Trieste.

L’episodio risale alla notte del 12 settembre e, a seguito di una serie di indagini, coordinate dalla locale Procura, il giovane, un cittadino italiano di 23 anni (origini agrigentine, ultima residenza conosciuta Raffadali) è stato arrestato. Dovrà rispondere di tentato omicidio, sequestro di persona, lesioni personali, simulazione di reato, resistenza a pubblico ufficiale, omissione di soccorso in caso di incidente e guida senza patente con recidiva nel biennio.

Secondo quanto accertato, il 23enne è stato notato da una pattuglia del Nucleo Radiomobile mentre percorreva una via cittadina ad alta velocità mantenendo una guida pericolosa. Iniziato un inseguimento, al giovane è stato intimato più volte l’alt, finchè è stato bloccato in via San Giacomo in Monte, da dove è però ripartito speronando la pattuglia e investendo il carabiniere.

Un secondo militare, cadendo a terra, ha esploso accidentalmente un colpo dalla propria arma approntata, come previsto, per le situazioni di prontezza operativa. Il colpo ha attinto di striscio il paraurti dell’autovettura senza causare altri danni. Poco più tardi il giovane, che viaggiava con altre tre ragazze, ha però perso il controllo del mezzo, finendo la corsa contro un albero, e si è allontanato a piedi. Una delle tre ha riportato gravi lesioni nell’incidente. Nei minuti successivi una persona ha denunciato al numero unico delle emergenze il furto della propria auto, la stessa inseguita dai Carabinieri, avvenuto la sera prima.

Le indagini hanno consentito di ricostruire l’accaduto anche con la collaborazione delle tre ragazze che avevano intimato più volte al conducente di fermarsi e farle scendere.

Il giovane è stato portato nel carcere di Gorizia.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.




Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata