Notizie | Commenti | E-mail / 10:17
                    








Contenzioso pensionati Eas, tribunale riconosce gli arretrati

Scritto da il 29 settembre 2022, alle 06:34 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Finita l’odissea dei circa 100 pensionati ex dipendenti dell’Eas, l’ente acquedotti siciliano, che nel 2014 a causa di una erronea interpretazione della legge avevano subito un ingiusto e drastico taglio alle loro pensioni.

Nonostante i giudici del lavoro di Palermo avessero riconosciuto il diritto pieno alla pensione, l’ente acquedotti siciliano, nel frattempo posto in liquidazione dalla Regione, e il “Fondo Pensioni” subentrato, non avevano provveduto al pagamento integrale del trattamento pensionistico e degli arretrati, costringendo i pensionati ad avviare le necessarie azioni esecutive. Il “Fondo Pensioni”, pur avendo le risorse, si era opposto al pagamento di somme dovute per legge e per sentenza, invocando l’impignorabilità delle stesse.

Il tribunale di Palermo, sezione esecuzioni, ha accolto le tesi dei pensionati, difesi dall’avvocato Nadia Spallitta, confermando un principio di grande rilevanza secondo il quale non tutti gli enti pubblici, ma solo quelli indicati dalla legge, come ad esempio lo Stato e i Comuni, e nei limitati casi indicati dal legislatore, possono opporre l’impignorabilità delle somme.

Rilevante precedente che farà giurisprudenza
Si tratta di una decisione importante che da un lato consentirà ai pensionati di recuperare anni di arretrati pensionistici mai versati e dall’altro rappresenta un rilevante precedente che potrà essere utilizzato, in fattispecie similari, di recupero di somme nei confronti di una pubblica amministrazione.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.




Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata