Notizie | Commenti | E-mail / 22:52
                    








Scommesse, Riesame annulla sequestro insegne Stanleybet Malta

Scritto da il 27 novembre 2022, alle 07:10 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il Tribunale del riesame di Catanzaro ha annullato il provvedimento di sequestro disposto dal gip su richiesta della Procura di Catanzaro, delle insegne e dei marchi riconducibili alla Stanleybet Malta LLTD presenti sul territorio italiano. Lo rende noto l’avv. Daniela Agnello, che difende la società. “E’ stata sancita – afferma la legale in una nota – la prevalenza del diritto eurounitario, fissati i molteplici profili discriminatori delle gare italiane, imposta la giurisprudenza della Corte di Giustizia e ricordate le sentenze nazionali di merito e di legittimità che disapplicano la sanzione penale per i titolari dei centri Stanleybet”.

“La Procura e il Gip di Catanzaro – afferma l’avv. Agnello – avevano posto a fondamento della misura il meccanismo di regolarizzazione fiscale che, secondo i magistrati, sarebbe stato un’occasione volutamente trascurata dalla Stanleybet. Imperativa, rigorosa e inevitabile la pronuncia del Tribunale del riesame che richiama e ribadisce la giurisprudenza in materia ‘.. il reato ipotizzato non sussiste se — dopo aver invano richiesto l’autorizzazione ex art. 88 tulps, rifiutata per il solo fatto che la società estera mandante non fosse titolare di concessione (come nel caso di specie) – il terminale italiano di una rete facente capo ad un allibratore straniero, autorizzato ad operare in uno Stato dell’Unione ed illegittimamente discriminato in Italia nell’assegnazione delle concessioni di gioco, operi in modo trasparente come soggetto, contrattualmente legato al bookmaker, che riceve le scommesse ed il denaro costituente la posta di gioco e trasmette i dati all’allibratore, eventualmente pagando poi le vincite su mandato di quest’ultimo, secondo lo schema della raccolta delle scommesse attraverso i luoghi di vendita di cui al all’art. 1, comma 2’.

Il Tribunale evidenzia che la normativa del 2014, assunta dalla Procura come fondamento del provvedimento cautelare, non esplica effetti in sede penale, non elimina i precedenti meccanismi discriminatori nell’attribuzione delle concessioni e statuisce ‘la fattispecie concreta sottoposta al vaglio del Gip non consente di superare le argomentazioni sopra indicate, in quanto la normativa di cui alla legge 190/2014 (legge di stabilità 2015) incide sulla regolarizzazione fiscale ai sensi dell’art. 1 comma 463 e ss, ma non opera una rivisitazione della normativa interna idonea a rimuovere meccanismi discriminatori nelle assegnazioni delle concessioni di gioco, dovendosi dare atto che la difesa ha allegato sentenze di legittimità e sentenze di merito, concernenti proprio il prevenuto, ove è stato analizzato il profilo discriminatorio delle concessioni di gioco in relazione alla Stanleybet’”.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.




Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata