Notizie | Commenti | E-mail / 21:59
                    








Sono vincitori di concorso per i centri per l’impiego, in 850 sono ancora a casa

Scritto da il 24 gennaio 2023, alle 06:48 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

In Sicilia ci sono vincitori di concorso ma ancora a casa. Lo denunciano Luisella Lionti, Toto Sampino e Danilo Borrelli segretari della Uil, Uil Fpl e UilTemp Sicilia. “Serve fare ripartire la macchina amministrativa”, dicono.

“Occorre fare ripartire immediatamente la macchina amministrativa della Regione facendo entrare subito in servizio gli 848 vincitori del concorso svolto lo scorso anno“, dicono le sigle sindacali sui vincitori del concorso che sono stati assunti nei centri per l’impiego come funzionari e impiegati ma ancora oggi aspettano di entrare in servizio.

Il ritardo dipenderebbe dal fatto che il governo Schifani, infatti, deve approvare ancora il rendiconto 2021. “Questa situazione è inaccettabile. Al danno economico per tutte queste famiglie si aggiunge il ritardo nell’esecuzione d’importanti progetti che riguardano le politiche attive del lavoro, come ad esempio il Par Gol”,

Si acceleri sull’approvazione del piano
“Non possiamo perdere altro tempo e risorse, la nostra Isola ha bisogno di spendere i fondi, e bene, il prima possibile. Per questo chiediamo che si acceleri sull’approvazione del documento contabile mancante, così da dare finalmente riposte a questi lavoratori e potenziare i centri per l’impiego”.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.




Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata