Riceve un falso avviso via sms con tanto di logo di Poste Italiane con cui si invitava l’utente a fornire alcuni dati dopo una presunta clonazione della carta ma era una truffa. In pochi minuti, dopo essere stata anche contattata da un presunto operatore, le sono spariti dal conto corrente 1.500 euro. È la disavventura capitata ad una ventottenne agrigentina. La giovane è cascata nella rete di un truffatore ben organizzato.

Prima la comunicazione con la quale si invitava la cliente a fornire dei dati da inserire nell’app e, poco dopo, la chiamata di conferma dal falso operatore. In poco tempo 1.500 euro si sono volatizzati in fantomatici acquisti. La 28enne, dopo aver capito di essere stata truffata, si è recata dalla polizia e ha denunciato l’accaduto. Al via le indagini per risalire all’identità del truffatore.