person holding black remote controlIl giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Michele Dubini, ha disposto l’assoluzione “perché il fatto non costituisce reato” nei confronti di due gestori di un circolo a Porto Empedocle finiti a processo con l’accusa di aver trasmesso una partita di campionato con un abbonamento di tipo familiare.

Ai due imprenditori veniva contestata la violazione dei diritti d’autore poiché, secondo l’accusa, avrebbero trasmesso la partita Juve-Milan utilizzando un abbonamento Sky destinato all’uso familiare e non commerciale. Per il giudice, che ha accolto la richiesta dell’avvocato Giuseppe Aiello, il fatto non costituisce reato. All’interno del circolo non vi era un vero e proprio pubblico ma soltanto qualche amico.