Minacce e maltrattamenti continui alla madre settantacinquenne per avere i soldi della droga. I carabinieri della Compagnia di Licata hanno arrestato un quarantacinquenne disoccupato del posto per i reati di estorsione e rapina. I militari dell’Arma, eseguendo un provvedimento firmato dal gip del tribunale di Agrigento, hanno messo fine ad una brutta storia caratterizzata da violenze e soprusi.

“Dammi i soldi o ti finisce male”. Sarebbe stato questo il tenore delle minacce rivolte dall’uomo all’anziana madre che, stanca delle continue vessazioni, ha chiesto aiuto ai carabinieri. Il quarantacinquenne, già noto alle forze dell’ordine, dopo le formalità di rito è stato arrestato e posto ai domiciliari.