Nella sede di Confcommercio Agrigento è stato presentato il progetto “Io non ci casco”, finanziato dal Fondo Unico di Giustizia del Ministero dell’Interno e sviluppato dall’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Agrigento e che ha lo scopo di fornire consigli utili di prevenzione e contrasto alle truffe agli anziani. L’iniziativa ha visto coinvolta una platea di anziani dell’Associazione 50&Più di Confcommercio, con in testa il proprio presidente provinciale Calogero Collura.
Purtroppo la solitudine è il terreno fertile in cui si sviluppano truffe e raggiri. Da questa consapevolezza è nata l’idea di un progetto informativo per aiutare i nostri anziani a tutelarsi dall’odioso fenomeno delle truffe. Dopo l’introduzione ai lavori del vice presidente provinciale di Confcommercio Agrigento , Gero Niesi, e l’intervento dell’Assessore alle politiche sociali, Marco Vullo, si sono susseguiti i preziosi e precisi interventi dei rappresentanti delle forze dell’ordine presenti: il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Agrigento, Annamaria Putortì, il Comandante gruppo Guardia di Finanza Agrigento, Massimo Devito, il Commissario di polizia di Stato, Angelo Corvitto, l’Assistente Capo coordinatore della Polizia Postale di Agrigento , Salvatore Capraro ed ha concluso l’incontro Teresa Urso, psicologa e responsabile del progetto.
“In Confcommercio Agrigento – dichiara Gero Niesi, Vice presidente provinciale – vi è stato un momento di confronto importantissimo, per il quale va la nostra gratitudine a chi ha ideato questo progetto che va a favore di una fascia fragile e particolarmente vulnerabile e troppo spesso poco attenzionata com’è quella degli anziani, ma alla quale dobbiamo tantissimo. Grazie a tutti i rappresentanti delle forze dell’ordine, oggi presenti, per il lavoro che ogni giorno svolgono con passione e dedizione in difesa e a sostegno della nostra comunità”.