“Iniziative urgenti per la risoluzione della emergenza ambientale inerente il tratto di mare della spiaggia di San Leone ad Agrigento”. Questa l’interrogazione parlamentare all’Ars, con firmatari, primi tra tutti, Ismaele La Vardera e Cateno De Luca; documento sottoscritto anche da Ludovico Balsamo, Alessandro De Leo, Giuseppe Lombardo, Matteo Sciotto e Davide Vasta. “Considerato che la schiuma bianca potrebbe essere causata dalla rete fognaria che scarica acque non depurate, piene di tensioattivi, nel fiume Akragas, che poi finiscono in mare, la società AICA, che si occupa della gestione del sistema fognario della città, più volte allertata dalle società ambientaliste e dagli stessi cittadini avrebbe effettuato varie ispezioni e riferito di non avere riscontrato anomalie nel sistema di smaltimento delle acque reflue. L’ipotesi sarebbe, dunque, che il fenomeno della schiuma bianca è da attribuire al proliferare di microalghe e alla loro decomposizione oppure al passaggio di qualche nave, per cui, i deputati regionali chiedono di avviare un’indagine dettagliata per determinare le cause effettive di questo fenomeno al fine di fornire risposte concrete alla comunità della città di Agrigento, e come intendano intervenire per prevenire future manifestazioni di questo genere e garantire la tutela della salute dei cittadini residenti e dell’ambiente marino nel territorio interessato”.