Notizie | Commenti | E-mail / 16:28
                    










Reti idriche e infrastrutture, Catanzaro: “progetti scomparsi”

Scritto da il 16 settembre 2021, alle 07:00 | archiviato in Agrigento, Politica. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“Nel Fondo Sviluppo e Coesione della Regione Siciliana sono scomparsi progetti di svariati milioni di euro per il completamento reti idriche e altre opere infrastrutturali”.

A rilevare “la clamorosa e gravissima lacuna, che si aggiunge all’assenza di grandi opere infrastrutturali per la provincia di Agrigento nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”, e’ il parlamentare regionale del Partito Democratico Michele Catanzaro, che si dice “Profondamente amareggiato nello scoprire che il Presidente Musumeci e la sua maggioranza continuano a non tenere conto di un territorio che da tempo chiede aiuto per uscire da una situazione di marginalita’ geografica e sociale”.

“Una delle piu’ gravi esclusioni – spiega – e’ il progetto riguardante il completamento della rete idrica del Comune di Sciacca per un importo di oltre 33 milioni di euro”. “Nell’ottobre del 2010 – dice Catanzaro – l’Ati di Agrigento e l’Ente di Governo d’Ambito Ato inviarono al Dipartimento delle Acque e Rifiuti la scheda del progetto. Si tratta di un’opera che oltre a migliorare l’efficienza del servizio idrico, consente un notevole recupero delle perdite a vantaggio della equa distribuzione delle risorse idriche disponibili”. “Il progetto –sottolinea Catanzaro – doveva essere inserito nell’elenco proposto dalla Presidenza per un finanziamento a valere sulle risorse del PNRR. Ma cosi’ non e’ stato. Oggi anche questo, come altri utili progetti del territorio agrigentino, non compare nell’elenco predisposto da Musumeci”.

“Il Fondo Sviluppo e Coesione 21-27 prevede in Sicilia investimenti complessivi per 774 milioni e questo basterebbe per imporre a governo e maggioranza un impegno serio e coerente. Invece, che cosa fanno? Litigano tra gelosie e polemiche e mostrano il volto di una politica che non guarda ai bisogni dei siciliani – prosegue –. Musumeci alla provincia di Agrigento oltre alle risposte sul futuro delle Terme oggi deve dire anche che fine hanno i 33 milioni previsti per il completamento della rete idrica. Una richiesta – conclude Catanzaro – che facciamo tutti a gran voce, sperando che ai cittadini si uniscano anche gli ex consiglieri comunali locali, gli stessi che continuano a seguire con attenzione le vicende amministrative della citta’ termale e che nello spulciare la documentazione su progetti di interesse pubblico, non si sono evidentemente accorti che quello importantissimo relativo al rifacimento della rete idrica non e’ nell’elenco di Musumeci delle cose da realizzare”.

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata