Notizie | Commenti | E-mail / 22:57
                    








Ciao Vittorio, “Resteremo umani” seguendo il tuo esempio…

Scritto da il 15 aprile 2011, alle 08:41 | archiviato in Cronaca, Eventi, Fil di ferro, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Ciao grande Vittorio,
grazie per tutto quello che hai fatto,  una volta ti dissi che avrei raccontato a mio figlio la tua storia come esempio di vita, anzi ti dissi di passare dalla Sicilia per vederci e stare un poco insieme.
Di te mi resta il libro che mi hai regalato su i giorni in cui a Gaza eri l’unico giornalista presente a raccontare la verità sotto i bombardamenti mentre facevi da scudo umano sulle ambulanze.
Di te mi resta l’umiltà di un vero uomo che ha sempre lottato per la libertà e la pace  con l’unica arma a tua disposizione la parola.
Di te mi resta il ricordo delle notti in chat mentre mi raccontavi delle carceri israeliane piene di pulci e tu rinchiuso perchè portavi medicine alla povera gente.
Di te mi resta tutto quello che hai avuto il coraggio di fare mentre tutti noi assistevamo passivamente.
Di te mi resta l’esempio limpido di un vero uomo e come dicevi tu “stay human”, ho usato questo tuo modo di dire in chiusura dei pochi articoli che ho scritto su questa testata online.
Spero che adesso trovi la pace che hai cercato di portare sempre agli altri.
Ciao Vik amico mio.
stay tuned, stay human!!

Gero Marsala

Immagine anteprima YouTube

“Beati quelli che si adoperano per la pace, perché saranno chiamati figli di Dio.” Mt, 5:9



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



9 Risposte per “Ciao Vittorio, “Resteremo umani” seguendo il tuo esempio…”

  1. ale ha detto:

    Seguire un ideale, con coraggio. Un esempio, uno come pochi.
    Mi sento a lutto, non come quando muore un militare (mi spiace, la penso cosi!)

  2. Grillo Parlante ha detto:

    Mi chiedo a cosa serva morire per una terra capace di generare animali con le sembianze di uomini, capaci di scambiare un sincero amico con il più odioso dei nemici. Credo che certi posti, non lontani geograficamente ma lontanissimi anni luce dal nostro modo di pensare, vadano lasciati al loro destino, senza interferire. Perché e soprattutto per chi versare tanto sangue prezioso?
    Pace all’anima tua Vittorio.

  3. cesare ha detto:

    grandissimo….un eroe

  4. ale ha detto:

    @grillo parlante: immagino che ti riferisci alle vicende in Afghanistan, Iraq, ecc.
    C’e’ una cosa che si chiama ideale, lontana da quello che rappresentano per molti denaro, potere, avidita’, ecc.

  5. A. ha detto:

    @Grillo Parlante: è la violenza di un’infinita catena di crudeltà, follia, sangue, miseria che si rigenera continuamente. Gli israeliani (non tutti ovviamente) sono passati da vittime di uno dei genocidi più sconvolgenti del mondo, a CARNEFICI. La violenza genera violenza. Questo sporco mondo abbrutisce. E noi occidentali consideriamo quelle persone distrutte dal dolore della guerra e della mancanza di libertà e del sangue dei propri cari degli ANIMALI CON SEMBIANZE UMANE. Non ti definisco un animale, perché è nota l’incredibile sensibilità di ogni specie e tu ne sei privo.
    Vittorio non proteggeva degli animali, ma BAMBINI, PESCATORI e CONTADINI che non potevano lavorare perché gli israeliani gli sparavano addosso. Lui e altri volontari come lui facevano da SCUDO UMANO, perché OCCIDENTALI, perché la loro vita vale più di quella di un palestinese. Non aggiungo altro.
    Solo… Vittorio, i tuoi occhi mi ricordano quelli di un mio grande amico scomparso non molto tempo fa e ho provato un dolore profondo alla notizia di ciò che ti è successo.
    Cercherò di restare umana in questo mondo di mostri.

  6. Grillo Parlante ha detto:

    Cari signori, rispetto le vostre opinioni ma vorrei fare delle precisazioni, innanzitutto quando ho detto animali con sembianze di uomini era riferito ai carnefici che si sono macchiati di questo gesto gravissimo e non al popolo palestinese nella sua integrità, che rispetto per il martirio che continua a subire e che se vogliamo in qualche modo ha subito e subisce anche il popolo israeliano.
    Ciò che voleva rappresentare il mio commento é semplicemente che la cultura occidentale con quella orientale o medio-orientale che dir si voglia, credo abbia delle differenze a dir poco incolmabili e se alla fine un grande personaggio come Vittorio Arrigoni, nonostante il suo grande impegno, é stato barbaramente ucciso in quella Gaza che Lui amava tanto, questo non può darmi altro che ragione.
    A proposito vorrei raccontarvi un aneddoto sulle due culture. Un giorno parlando con un amico, una persona colta di origine islamica, sulla follia degli attentati kamikaze e sul fatto che essi siano inconcepibili per me, lui in maniera disarmante mi rispose: oggi ci sono questi attentati come diverse centinaia di anni fa gli occidentali facevano le crociate. Poi continuò dicendomi che il divario culturale poteva essere colmato soltanto dal tempo, parecchio tempo.
    So quello che faceva Vittorio, ma proprio per quello che faceva non doveva essere ammazzato.
    A chi parla di ideali, riferendosi alle varie missioni in Afghanistan, iraq, ecc., dico soltanto che non bisogna essere ipocriti, perché la quasi totalità dei soldati andati volontariamente in quei posti lo fanno solo per soldi (tanti soldi). Di quali ideali parli? Come mai le Nazioni Unite non intervengono in quegli stati africani martoriati da decenni di guerre civili, forse perché al posto del petrolio hanno solo le banane? Rifletti prima di fare certe affermazioni e soprattutto non farti incartare dalla propaganda che trova sempre una giustificazione per offuscare interessi puramente economici.
    Tornando alla scomparsa di Vittorio, chiedo scusa se ho offeso la sensibilità di qualcuno, ma non c’era nessuna intenzione di sminuire il suo grande impegno né tantomeno il popolo palestinese, ma mi auguro, anche se ho dei seri dubbi, che il suo martirio possa servire a qualcosa.

  7. cancilla oscar ha detto:

    E’ morto un italiano, in terra straniera, portava avanti un suo impegno, non ho visto nessuna BANDIERA ITALIANA A MEZZ’ASTA!

    oscar

  8. davidoff ha detto:

    Se ne và l”ennesima grande Persona,per i suoi Ideali che dovrebbero essere gli ideali di tutti noi!!!!!!!

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata