Notizie | Commenti | E-mail / 20:49
                    








Castrofilippo, spara e accoltella due cognati: arrestato 57enne

Scritto da il 26 maggio 2021, alle 09:45 | archiviato in Castrofilippo, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Un uomo di 57 anni è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Castrofilippo, insieme ai militari della Compagnia di Canicattì, per aver esploso due colpi di carabina ad aria compressa e accoltellato due persone – cognati – a margine di una furibonda lite. Il 57enne è stato trasferito nel carcere di Enna. Due i feriti di cui uno in prognosi riservata.

Tutto è iniziato quando animati da futili motivi, si sono affrontati in strada, a pochi metri dalle rispettive abitazioni. Mentre i due venivano alle mani, interveniva in difesa del secondo idi  49 anni all’arrivo del quale correva a casa, si armava e tornava in strada, dove prima esplodeva alcuni colpi di carabina ad aria compressa contro gli altri due e poi, brandendo un coltellaccio da macellaio, si avventava contro , che colpiva al volto con fendenti micidiali, uno dei quali si abbatteva sul braccio sinistro della vittima, tranciandogli di netto i tendini.

I Carabinieri della Stazione di Castrofilippo e dell’Aliquota Radiomobile del NOR della Compagnia di Canicattì, inviati immediatamente dalla Centrale Operativa, dove erano giunte numerose segnalazioni dell’accaduto, soccorrevano le vittime ed identificavano rapidamente a casa del quale, nel corso della perquisizione, sequestravano le armi usate poco prima.

Il coltello con la lama di ben 48 centimetri era stato occultato sotto un armadio, ancora sporco di sangue. L’uomo, che nella comunità dei nomadi camminanti è conosciuto come arrotino, veniva trovato in possesso di varie lame e coltelli.

I medici dell’ospedale di Canicattì giudicavano le ferite   guaribili in 15 giorni, mentre per  si riservavano la prognosi, disponendo il suo trasferimento presso l’Ospedale Civico di Palermo dove, con un delicato intervento chirurgico, si tenterà di restituirgli la funzionalità del braccio, rimasto fortunosamente attaccato al corpo.

tratto in arresto dai Carabinieri e rinchiuso dall’alba di domenica nel carcere di Enna, ha visto aggravarsi la propria già pesante posizione: per la Procura della Repubblica di Agrigento l’accusa è di tentato omicidio pluriaggravato, per rispondere della quale il fermato comparirà nelle prossime ore davanti al GIP.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata