Notizie | Commenti | E-mail / 05:16
                    








Il PNRR esclude Agrigento e la Sicilia centromeridionale e la Rtp organizza il convegno

Scritto da il 30 ottobre 2021, alle 06:58 | archiviato in Agrigento, Cronaca, Economia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

È cominciato il countdown per il convegno promosso dalla Rete delle Professioni Tecniche di Agrigento sul tema “Infrastrutture: quale futuro per la provincia di Agrigento e per la Sicilia centromeridionale?” in programma sabato, alle 9, al teatro Pirandello.

Un tema di indubbio interesse pubblico soprattutto per l’Agrigentino, unica provincia nell’Isola a non disporre nemmeno di un chilometro di autostrada, tanto per dirne una, e per giunta tagliato fuori dal PNRR così come l’area della Sicilia centromeridionale.

I presidenti degli Ordini professionali Architetti PPC, Rino La Mendola; Agronomi e Dottori Forestali, Maria Giovanna Mangione; Geologi di Sicilia, il consigliere delegato per la provincia di Agrigento Salvatore Talmi; Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati, Silvio Santangelo; Ingegneri, Achille Furioso; Collegio dei Periti Agrari e Periti Agrari Laureati, Francesco Ciaccio, che costituiscono la Rete delle Professioni Tecniche chiedono “l’impegno a varare un nuovo piano di investimenti speciali per il rilancio della Sicilia – affermano – con particolare riferimento al territorio centro meridionale dell’Isola, oggi particolarmente penalizzato da un grave gap infrastrutturale e dai mancati investimento del PNRR”.

La Rete delle Professioni Tecniche, dunque, chiede un Piano che punti “a dotare il territorio agrigentino di uno scalo aeroportuale raggiungibile in meno di un’ora; alla chiusura dell’anello autostradale su strada gommata che possa servire territori attualmente isolati, come quello agrigentino; a dotare il territorio regionale di una rete dell’alta velocità su strada ferrata che raggiunga anche l’Agrigentino; a potenziare i porti della Sicilia, con particolare attenzione alla fascia centro meridionale, affinché questi possano consentire l’attracco delle grosse imbarcazioni in transito nel Mediterraneo; a una concreta realizzazione del Ponte di Messina, infrastruttura fondamentale per richiamare nuovi investimenti per potenziare porti, strada ferrata e gommata”.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata