L’Associazione Nuove Ali di Agrigento, come si ricorderà, ha proposto innanzi al Tribunale

Amministrativo Regionale (T.A.R.) per la Sicilia – Palermo una “class action” contestando la mancata attuazione delle “Linee guida di organizzazione della rete assistenziale per persone affette da disturbo autistico” nella parte in cui prevedono la formazione degli operatori che si occupano di soggetti autistici.

L’Associazione Nuove Ali, in particolare, ha chiesto al Giudice Amministrativo di condannare l’Assessorato Regionale alla Salute a predisporre ed attuare “A) un “piano di interazione programmata” volto a fornire “agli insegnanti e agli educatori… strumenti culturali relativi alla patologia in oggetto (autismo) ” ed a proporre “specifiche indicazioni per attuare e qualificare i piani di lavoro educativo personalizzati con strategie e contenuti mirati ai bisogni della persona autistica” B) un “programma di interventi informativi e formativi secondo i modelli accreditati a livello scientifico internazionale”.

Ed invero, la mancata attuazione di un’effettiva formazione degli insegnanti e degli educatori determina una grave carenza di personale specializzato nel lavoro educativo con bambini autistici, il tutto con grave pregiudizio per tali bambini.

Il T.A.R. Sicilia Palermo, con ordinanza resa in data 21.07.2011:

A) ha disposto l’integrazione del contraddittorio nei confronti “dell”Assessorato regionale dell’istruzione e della formazione professionale, trattandosi di adozione di piano con rilevanti profili di natura educativa affidati agli insegnanti e ai docenti della scuola dell’obbligo”;

B) ha ordinato all’Assessorato alla Salute ed all’Assessorato dell’Istruzione di presentare una “documentata relazione in ordine alle ragioni, anche di natura organizzativa, che hanno impedito l’adozione dell’atto richiesto dalle parti ricorrenti (ossia del piano di formazione degli insegnanti e degli operatori che si occupano di autismo);

C) ha fissato per il 20.12.2011 la nuova udienza di discussione del ricorso.

L’Associazione Nuove Ali di Agrigento auspica che prima della nuova udienza i citati Assessorati provvedano ad adottare i piani per la formazione degli operatori che si occupano di soggetti autistici.