Notizie | Commenti | E-mail / 07:56
                    






Canicattì, il Comune interrompe i finanziamenti alle comunità dei minori stranieri. Interviene il Consigliere Tiranno “il testo è copiato”

Scritto da il 31 dicembre 2012, alle 08:28 | archiviato in Costume e società, Photo Gallery, Politica, Politica Canicattì. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Con una lettera inviata al Presidente del Tribunale dei minori, al Questore ed a tre comunità della nostra città, il Sindaco Corbo ha fatto sapere che a partire dal 01 gennaio 2013 il nostro Comune non sarà in grado di coprire, nemmeno in minima parte, le spese da sostenere per la continuità dell’ospitalità dei minori stranieri non accompagnati.

Pertanto, qualora non vi fossero modifiche immediate all’ordinanza o un intervento da parte del Governo o altri enti, alle suddette comunità non rimane che cacciare i loro ospiti o mantenerli senza che nessuno li paghi, nonchè licenziare i propri dipendenti e chiudere i battenti.

A tal proposito, si registra l’intervento del Consigliere Antonio Tiranno, il quale con una interrogazione  chiede al Sindaco ed all’Assessore alle Politiche sociali, come mai si sia arrivati a tanto e perchè il Consiglio comunale, che in fase di approvazione del bilancio avrebbe potuto verosimilmente trovare una soluzione, continua ad essere tenuto all’oscuro in merito a così importanti decisioni., visto che detta missiva, non è stata inviata neppure per conoscenza all’Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale.

Inoltre si chiede di sapere se fino ad oggi, le comunità che hanno prestato detti servizi di ospitalità, sono state regolarmente pagate o meno.

Nello stesso documento, il Consigliere esprime rammarico per il comportamento dell’Amministrazione, che a suo giudizio si adegua al momento di crisi a piacer proprio, visto che per il pagamento dei premi di produttività ai già ben pagati dirigenti comunali, la copertura finanziaria la si trova sempre e senza fatica alcuna, mentre le cose più importanti e di carattere sociale come nel caso in oggetto spesso si devono interrompere bruscamente, mettendo magari a rischio i posti di lavoro di personale quasi certamente precario e poco pagato.

Aggiunge altresì di non voler entrare nel merito di quanto scritto nella suddetta lettera, inviata alle Autorità ed alle comunità, in quanto il contenuto della stessa è stato semplicemente “scopiazzato” da identico documento, di data precedente ed a firma del Sindaco di Verona Flavio Tosi, visionabile al seguente indirizzo internet:

http://ufficiostampa.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=9561&id_com=13411

e qui la lettera del Sindaco: leggi

A giudizio del Consigliere Tiranno insomma, un Amministrazione che non è capace neppure di trovare le parole per riempire una letterina, difficilmente può essere in grado di amministrare una città come la nostra, tantomeno di individuare le soluzioni ai non pochi problemi presenti in essa.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



13 Risposte per “Canicattì, il Comune interrompe i finanziamenti alle comunità dei minori stranieri. Interviene il Consigliere Tiranno “il testo è copiato””

  1. armalu di catina ha detto:

    …hanno copiato pure le virgolette!!!!

  2. Luca ha detto:

    Mamma mia…ma dove stiamo arrivando in questa bella cittadina?? Un Sindaco che copia le lettere da mandare a dei sui concittadini mah..!!! Un Amministrazione deludente!

  3. Gallo Cedrone ha detto:

    Incredibile ! Mio dio in che mani siamo !

  4. Gianni il bello ha detto:

    bene consigliere tiranno ! queste cose vanno mostrate alla città, soprattutto a tutti coloro i quali hanno votato e fatto eleggere per ben 2 volte questo sindaco!!

  5. Marco ha detto:

    Quando non si sa di cosa si parla, è meglio stare zitti. Questo vecchio detto, a quanto pare, non è noto al Consigliere Tiranno. Consigliere Tiranno, si sta parlando degli effetti della cosiddetta “Emergenza Nord Africa”, se non lo sapesse. I Comuni, riguardo i minori non accompagnati , non hanno mai dato mandato per il collocamento di questi ragazzi nelle comunità, né avrebbero potuto farlo, perché fino al 31dicembre 2012 il tutto è stato a carico e a cura della struttura commissariale che fa capo alla Protezione Civile, nella persona del Dott. Gabrielli. Dal 1 gennaio 2013 la fase emergenziale viene dichiarata ultimata e ,forse prorogata, dopo di che sarà cura degli organi decentrati del Ministero , quale la Prefettura, occuparsi dei minori accompagnati. Che c’entra il Comune? Non ci saranno interruzioni di pagamenti alle Comunità , da parte del Comune, visto che il Comune non ha mai pagato e né era tenuto a pagare, ma ha solamente espletato attività di supporto all’iniziativa “ Emergenza Nord Africa?

  6. Luca ha detto:

    Ma Marco allora perchè il Sindaco ha mandato una lettera copiata alle comunità se la cosa non dipendeva da lui?

  7. Marco ha detto:

    X LUCA

    Il Sindaco ha scritto al Presidente del Tribunale dei Minori semplicemente perché finendo l’intervento da parte dello stato, i minori presenti nel territorio comunale, avendo diritto di chiedere la residenza, avranno anche il diritto di essere assistiti da parte del comune. Tenendo conto che attualmente il costo per ogni migrante è di 1.380 euro mensili, nel caso in cui lo stato non intervenisse più, questo verrebbe a gravare sulle casse comunali..
    Trattandosi di diverse decine di migranti presenti nel territorio, la cifra diverrebbe insostenibile.
    Il problema deve essere affrontato a livello nazionale ed europeo e non scaricarlo sulle spalle dei comuni, e per questo motivo i sindaci dei comuni in cui sono presenti dei minori non accompagnati hanno scritto delle lettere evidenziando l’impossibilità ad assolvere a un si gravoso compito.
    Il consigliere Tiranno, che evidenzia che i lavoratori delle comunità sono pagati poco, rifletta un po’, visto che alle comunità vanno mensilmente 1.380 euro a migrante .

  8. incuriosito ha detto:

    Il comune fa da supporto, ovvero, per conto del governo nazionale fa da tramite con le comunità (baluardo di sensibilità, professionalità, etica nel territorio), solo per quando riguarda i pagamenti, spesso non puntuali.
    E in ogni caso, questa situazione “missive scopiazzate”, cosi come tante altre (comunicati stampa fantasma) etc. Etc. Sono il segno incontrovertibile che la comunità canicattinese vive quotidianamente un amministrazione che pecca di sensibilità, di competenza, di tatto, e di umiltà intellettuale.evno tirare a campare, senza futuri, prossimi e no, obbiettivi. Consiglio comunale se ci sei batti un colpo!
    Bisogna avere il coraggio di amministrare con estremo

  9. Luca ha detto:

    Marco rileggendo la frase in cui scrivi ” i minori presenti nel territorio comunale, avendo diritto di chiedere la residenza, avranno anche il diritto di essere assistiti da parte del comune.” mi fa venire in mente cattivi pensieri, dubitando pure che questo atteggiamento sia anticostituzionale e leggermente discriminatorio. Ricordo a me stesso alcuni articoli della Costituzione tra cui l’Art. 2 e l’Art. 3

  10. joe ha detto:

    1) Non dare soldi per i non italiani
    2) Ridurre del 80% i dipendenti comunali
    3) Stipendio massimo 1200.

  11. Gallo Cedrone ha detto:

    X Marco
    forse ha ragione lei, forse il consigliere tiranno non conosce bene l’argomento e grazie a lei e a chi gli risponderà ufficialmente, potrà fare chiarezza in merito, ma resta il fatto che siamo nelle mani di una amministrazione di poca cultura ed incapace di scrivere una letterina di così semplice contenuto !
    Vergogna, scopiazzatori !

  12. Marco ha detto:

    X Luca

    Il mio atteggiamento non è affatto discriminatorio, né anticostituzionale. Gli articoli della nostra costituzione vanno letti per intero ed in particolare la seconda parte dell’art. 3 che afferma : “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana …” Il mio ragionamento vuole semplicemente affermare che per salvaguardare i diritti dei minori migranti non accompagnati non può agire il comune da solo, per il semplice fatto che economicamente il problema non può essere sopportato dalle casse comunali, ma deve essere lo stato a provvedere economicamente con il supporto del personale comunale. A Canicattì sono presenti circa 20 minori non accompagnati con un costo giornaliero di 80 € ( nel mio post precedente parlavo erroneamente di 46 €/giorno che si riferisce ai migranti maggiorenni) che fanno 48.000€ al mese per un totale annuo di 576.000 €. Può il comune sostenere una tale spesa ? Per cui è lo stato che deve finanziare ed il comune operare per garantire il rispetto dei diritti umani dei minori non accompagnati.

  13. Marco ha detto:

    X Luca

    Il mio atteggiamento non è affatto discriminatorio, né anticostituzionale. Gli articoli della nostra costituzione vanno letti per intero ed in particolare la seconda parte dell’art. 3 che afferma : “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana …” Il mio ragionamento vuole semplicemente affermare che per salvaguardare i diritti dei minori migranti non accompagnati non può agire il comune da solo, per il semplice fatto che economicamente il problema non può essere sopportato dalle casse comunali, ma deve essere lo stato a provvedere economicamente con il supporto del personale comunale. A Canicattì sono presenti circa 20 minori non accompagnati con un costo giornaliero di 80 € ( nel mio post precedente parlavo erroneamente di 46 €/giorno che si riferisce ai migranti maggiorenni) che fanno 48.000 € al mese per un totale annuo di 576.000 €. Può il comune sostenere una tale spesa ? Per cui è lo stato che deve finanziare ed il comune operare per garantire il rispetto dei diritti umani dei minori non accompagnati.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata