Notizie | Commenti | E-mail / 10:02
                    








Sambuca di Sicilia, omaggio alla lentezza: collocata statua di una lumaca in piazza (Video)

Scritto da il 22 settembre 2014, alle 06:30 | archiviato in Agrigento, Arte e cultura, Costume e società, Cronaca, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

LUMACA2Agli abitanti di Sambuca questa antica nomina di “sammucari babbaluciari” piace così tanto che hanno voluto pure la statua della lumaca nel centro della piazza. Proprio così, da ieri sera un’enorme chiocciola sopraelevata da un basamento che funge anche da panchina, si trova nel cuore della Piazza Vittoria lungo il Corso Umberto I.

La scultura, realizzata dall’enfant prodige di Palermo, Gabriele Venanzio, noto nell’Agrigentino per le sue opere – in ultima quella in onore del regista Pietro Germi, inaugurata la scorsa settimana a Sciacca – è stata svelata ieri sera, nel primo giorno della consueta fiera di settembre, alla presenza del primo cittadino, Leo Ciaccio, di alcuni assessori e del vice sindaco, Giuseppe Cacioppo ideatore dell’iniziativa. “In questa piazza dobbiamo riscoprire il valore della lentezza – ha detto Cacioppo – ma anche della sosta. Vogliamo tornare a far rivivere la piazza come si faceva un tempo; così, accanto alla lentezza della lumaca abbiamo aggiunto anche il luogo della sosta: una panchina per riflettere, discutere, scontrarsi portando avanti, tutti insieme, un progetto comune”.

L’arte ha lentamente, e’ proprio il caso di dirlo, ripreso a rivivere nel comune agrigento anche attraverso quest’ultima opera, i cui basamenti sono stati realizzati dalla ditta Giglio. Uno dei proverbi di cui si fanno vanto i sambucesi, sulle lumache recita: “babbaluci a sucari e fimmini a vasari nun ponnu mai saziari”: lumache da mangiare e donne da baciare non saziano mai. “Quando la politica afferma che con la cultura e l’arte non si mangia, quella e’ una politica balorda – ha detto lo scultore Gabriele Venanzio -. Questa amministrazione ha creduto fermamente nell’arte e nei giovani ed ha fatto in modo di far ricredere quella politica che ci vuol fare convincere del contrario. L’arte deve essere da stimolo per favorire turismo, aggregazione e incentivare la cultura”.

Niente busti, mezzi busti o medaglioni commemorativi. La lumaca o Babbalucia e’ un simbolo, seppur vetusto, dell’identità culturale del popolo di Sambuca. Da domani anche i turisti potranno scattarsi qualche foto insieme alla Lumaca Vittoria (nome in onore della piazza che l’ha ospitata) e, portare il ricordo di una tradizione sambucese culturale e culinaria che dura da moltissimi anni, ovvero magiare lumache.

Tradizione che risale addirittura agli antichi Sicani, dei quali si dicesse fossero ghiotti di lumache. “La scultura nella piazza non diventa solo un mezzo di attrazione – ha detto l’arciprete Don Lillo Di Salvo che durante la serata ha benedetto la scultura -, ma ricorda anche la natura di questo popolo che, per questa singolare nomina l’ha sempre contraddistinto”.

Dopo le enormi chiocciole in plastica riciclabile colorata, realizzate a Milano dal gruppo Cracking Art per il progetto Re- generetion, potrebbe la lumaca Vittoria entrare nella top ten delle sculture più bizzarre per l’identità culturale della Sicilia e perché no, anche dell’Italia? Intanto, se dovesse capitarvi di andare a Sambuca non dimenticate di toccare la lumaca Vittoria perché, come ricorda il sindaco Leo Ciaccio “si fortuna voi aviri cu il mani l’allisciari” se vuoi avere fortuna devi accarezzarla con le mani.

SiciliaInformazioni

Immagine anteprima YouTube

loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata