Notizie | Commenti | E-mail / 02:55
                    








Oltre 260 amministratori locali chiedono riaperture e sostegni a Musumeci, “Serve programmare”

Scritto da il 26 aprile 2021, alle 06:08 | archiviato in Economia, Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Ben 260 amministratori locali siciliani, riuniti sotto la sigla del Cars (Comitato Amministratori Regione Sicilia) si uniscono in coro e inviano una lettera al Presidente della Regione e al Presidente dell’Ars. Obiettivo è segnalare tutte le criticità che, a loro volta, vengono ogni giorno segnalate dai cittadini, ormai esasperati dal perdurare della crisi economica legata all’emergenza sanitaria.
L’appello a Musumeci e Miccichè
Tra i firmatari della lettera-appello ci sono sindaci, vice sindaci e numerosi consiglieri comunali. Primo firmatario è Gianfranco Gentile, portavoce Cars e Presidente del Consiglio Comunale di Pettineo. Gli amministratori locali si rivolgono a Musumeci e Miccichè evidenziando il periodo difficile legato all’emergenza Covid.
Portavoce dei cittadini
Gli amministratori locali rappresentano il primo “front-office” per i cittadini e si fanno portavoce dei bisogni delle comunità. “Nello specifico – si legge tra le righe della lettera -, desideriamo in questa occasione essere portavoce delle attività che maggiormente hanno subito una drastica diminuzione del loro fatturato con un conseguente danno per i lavoratori e per tutto l’indotto che gravita attorno alle stesse. Ci riferiamo soprattutto alle categorie dei ristoratori, alle palestre, al mondo dello spettacolo e dei beni culturali (cinema, teatri, musei) e a tutte quelle attività che per oltre un anno hanno definitivamente abbassato le loro saracinesche, senza mai riaprirle, salvo per brevissimi periodi o che hanno lavorato con notevoli limitazioni”.
Serve “programmare stagione estiva”
Chiedono riaperture in totale sicurezza i firmatari della missiva. “Chiediamo che la Regione Sicilia attui in breve tempo tutte le azioni necessarie al fine di erogare dei benefici a tutte le attività che si trovano in una situazione di disagio a causa delle restrizioni in atto”. Nonostante il periodo drammatico, evidenziano ancora sindaci e vicesindaci, serve “programmare una stagione estiva ormai alle porte con le conseguenti ripercussioni che tutto ciò potrebbe generare. I titolari di partite iva devono essere aiutati immediatamente perché loro rappresentano il fulcro cardine della nostra economia e non possiamo permettere che tutto il sistema in tal maniera vada in default”



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata